Inter-Milan, pari sul campo ma è una vittoria del Dragone in rossonero

Share

Sfida decisamente interessante quella dello Stadio Olimpico tra Roma e Atalanta, due squadre che stanno vivendo un periodo ad alti livelli e reduci rispettivamente dalla vittoria contro il Bologna, oggi avversario del Palermo al Barbera sempre alle 15, e dal pareggio contro il Sassuolo, in campo alle 18 al "Mapei Stadium" contro la Sampdoria. Ad esempio, nel primo tempo abbiamo concesso qualcosa, mentre niente nella ripresa. Perisic); 84′ Romagnoli (ass.

Pronti-via e il Milan ha un'occasione enorme: Gagliardini perde palla a centrocampo, Deulofeu tira ma Handanovic si allunga, poi Bacca manda alto.

INTER (4-2-3-1): Handanović; D'Ambrosio, Medel, Miranda, Nagatomo; Gagliardini, Kondogbia; Candreva, João Mário, Perišić; Icardi.

Star Wars Battlefront II: primi dettagli sulla storia e la protagonista
Vivi la storia mai raccontata di Iden , un assalitore d'élite. Ecco il primo trailer ufficiale di Star Wars Battlefront II.

A disposizione: Carrizo, Andreolli, Palacio, Biabiany, Ansaldi, Banega, Sainsbury, Santon, Eder, Murillo, Brozovic, Gabriel. All'83' Romagnoli riaccende il match con un gol in spaccata su assist di Suso. Assolutamente disastroso nell'occasione del vantaggio nerazzurro, si addormenta e libera la strada a Candreva. 2-0, min.45, Icardi. 1-2, min.83, Romagnoli.

IL MIGLIORE: Zapata 7 - Dietro anticipa chiunque e di testa le prende tutte, in attacco regala il pareggio ai suoi: partita perfetta. "Vamos, fino alla fine ragazzi" per Ocampos che entrato nel secondo tempo è riuscito a dare più freschezza all'attacco rossonero. Partita sufficiente in fase difensiva. Primo goal nella stracittadina per Mauro Icardi, autore però per il resto di una partita incolore. In fase difensiva si fa beffare da Icardi, ma non era facile leggere il movimento dell'argentino. Da dimenticare la prestazione di De Sciglio. Si muove tanto, ma non lo fa bene e in area dà sempre la sensazione di non essere pericoloso. Quasi nulla la sua fase offensiva. Bravo anche a smistare il gioco in fase di costruzione della manovra. A tratti sembra clamorosamente fuori forma. Da giovedì, inoltre, il Milan non è più di proprietà di Fininvest, cioè della famiglia Berlusconi, ma di una società costituita da capitali cinesi e controllata da un investitore di cinese, Yonghong Li. Corre tantissime a causa dei reparti troppo spesso lontani. Il suo mestiere sarebbe quello di mettere la palla in porta, ma oggi non gli riesce nemmeno quello: spara in curva dopo 5 minuti e non approfitta del pasticcio Miranda-Handanovic nel secondo tempo. Montella cambia filosofia al 12' inserendo Locatelli per Kucka: all'italiano il compito di far girare la squadra insieme con Sosa. A questo Milan manca qualità in mezzo al campo, c'è poco da stare a discutere. Nel Milan in difesa spazio a Calabria e Zapata.

2′ Occasione clamorosa per il Milan! Ci riferiamo al Gerard Deulofeu, finalmente un 7 all'altezza della gloriosa maglia rossonera dai tempi di Andriy Shevchenko. È la sliding doors dei primi 45′: il Milan non reagisce, l'Inter tiene il campo e trova il raddoppio con una splendida combinazione Icardi-Perisic-Icardi.

Share