È sempre grande Madrid: Real e Atletico avanti

Share

Ribery non le manda a dire e la reazione - via social - dopo i 90 minuti più supplementari del Bayern Monaco contro il Real Madrid è tutta contro il direttore di gara.

Ribery lotta per il possesso del pallone con Carvajal e Pepe. Il francese crossa al centro per Thiago Alcantara che viene murato all'ultimo da Ramos. Non sono bastati i tempi supplementari a decidere una partita finita 4-2 per i blancos, con il relativo passaggio del turno di Cristiano Ronaldo e compagni. Adesso è il Bayern in grande affanno, con Boateng che salva tutto al 28': Neuer non benissimo su una conclusione dalla distanza.

Dunque ancora lui e sempre lui, Cristiano Ronaldo, dopo la doppietta nell'andata: 5 goal ai quarti, ritocca così a 103 il suo record di marcature nelle coppe europee, 100 volte esatte in Champions. Per gli spagnoli, invece si tratta della terza semifinale in quattro anni e ora l'obiettivo di Simeone è quello di vendicare le due finali perse nel 2014 e nel 2016 proprio contro il Real. "Succede. Ma io sono convinto che, guardando quanto è accaduto nelle due partite, abbiamo meritato la qualificazione". Kassai indica il dischetto, Lewandowski non trema e porta in vantaggio il Bayern. Al 65' Zidane capisce che c'è qualcosa che no va, inserendo Asensio per Benzema e giocando con un centrocampista in più. Io sono felicssimo per la tripletta.

Totti: "La sfida di Zaytsev?. Accetto, ma con le mogli"
Sui suoi atleti preferiti invece: " Michael Jordan e Muhammad Alì sono stati due atleti eccezionali che ho sempre seguito con passione".

Non solo polemiche sui social però per i giocatori del Bayern Monaco e il club tedesco che ha applaudito all'ultima gara in Champions di Lahm e Alonso: "Grazie, leggende". Ancelotti inserisce così Kimmich in mezzo al campo rinunciando a Lewandowski. Ai supplementari finisce 4-2 per il Real Madrid. Punti di domanda destinati a non avere risposta, alimentando il lecito - ma che non giustificherebbe proteste oltre determinati toni e lamentele eccessive - nervosismo bavarese, oltre al rammarico per essere stati a un passo dal miracolo lontano dall'Allianz.

Real Madrid (4-3-3): Navas; Carvajal, Ramos, Nacho, Marcelo; Kroos, Casemiro, Modric; Isco, Benzema, Ronaldo.

Share