Akragas vs Melfi 1-1, Agrigento resta in Lega Pro

Share

L'Akragas ci prova a lungo fino a quando al 77′ Longo piazza la zampata vincente. Animi sedati, ma a farne le spese sono Romeo (ammonito) da una parte e Di Napoli, tecnico di casa, espulso, dall'altra.

Il capitano dell'Akragas Thiago Cazé Da Silva ha parlato ai microfoni di Tuttolegapro.com della stagione appena conclusa: "Abbiamo raggiunto un grande obiettivo, è stato fondamentale essere arrivati prima del Melfi in classifica per poter chiudere davanti ai nostri tifosi e festeggiare con una città intera". Un gol che vale la salvezza. Nei minuti finali di frazione, l'Akragas prova a spingere, ma senza trovare sbocchi e dopo un minuto di recupero il direttore di gara manda tutti negli spogliatoi.

Finisce 1-1 anche ad Agrigento, ma stavolta il pareggio premia l'Akragas, a discapito del Melfi.

Va in piscina e non torna, scomparsa 13enne a #Siracusa
Marika frequentava regolarmente l'ambiente per la sua grande passione per il nuoto sincronizzato . La tredicenne frequenta la terza media di un istituto comprensivo siracusano .

Al 29' buona opportunità per i lucani: De Angelis spizza di testa ma il pallone è alto.

45′ Inizia il secondo tempo. Al 62' Salvemini brucia sullo scatto il diretto marcatore e sferra un tiro-cross in diagonale, è bravo Gragnaniello in tuffo ad anticipare Klaric sventando la minaccia. A decidere la partita la rete di Longo che ha consentito alla squadra di riequilibrare il risultato dopo l'autogol iniziale di Riggio. A disp.: Addario, Tardo, Petrucci, Caternicchia, Sicurella, Minacori, Rotulo, Pezzella, Cochis.

Melfi: Grananiello, Grea (22' Bruno), Laezza, Romeo, Lodesani, Esposito, De Angelis, Foggia, Marano (60' De Montis) Obeng (78' Gammone), Vicente. A disp.: Viola, Gava, De Giosa, Libutti, Ferraro, Pandolfi, Mangiacasale, Battaglia, De Vena.

Share