Camper in fiamme: morte tre sorelle, la più piccola ha 4 anni

Share

Ci sarebbe, inoltre, un video di una telecamera di sicurezza che è arrivato nella mani della Polizia che inquadrerebbe un uomo con il volto coperto in procinto di lanciare una bottiglia, presumibilmente, incendiaria contro il camper. Avevano 20, 8 e 4 anni. I familiari delle sorelle, hanno ammesso di aver ricevuto minacce nei giorni scorsi. La Procura indagherà sulle cause. Le fiamme hanno avvolto completamente il veicolo e le tre donne. La zona e' stata recintata con una fettuccia dalla Polizia Municipale e dalle forze dell'ordine. Un mazzo di fiori, tre rose rosse, lasciate accanto alla carcassa del camper distrutto dall'incendio. "Che Dio vi sia vicino". Allora bisogna esser presenti per armonizzare quest'etnia e armonizzarla nei confronti della nostra città, perché altrimenti, sia la città che loro, sono penalizzati. Per il Capo dello Stato, in visita in Argentina, "e' una cosa di una gravita' enorme".

Nel frattempo, il mondo politico e istituzionale, da Mattarella a Renzi, passando per Giorgia Meloni e, naturalmente, per il sindaco Virginia Raggi, condanna senza se e senza ma il gesto, chiedendo giustizia. Sicché per trovare qualcuno che pianga davvero Angelica e le sorelle bisogna entrare nel secondo universo: il campo di via Gordiani, 37 baracche, tanti bambini. Dolore e orrore che spezzano il cuore. Genitori e fratelli sono riusciti invece a mettersi in salvo.

La procura di Roma indaga per omicidio volontario e incendio doloso.

Pamela Anderson conferma la love story con Julian Assange
Sarebbe un sogno se si potesse riunire con la sua giovane famiglia in Francia (l'ultimo figlio di lui è francese, N.d.R). Non ci sono prove , a parte un preservativo rotto (due donne lo accusano per rapporti non protetti, ndr).

Anche il Capo dello Stato Sergio Mattarella ha commentato con parole durissime quanto avvenuto a Centocelle. "Voi siete troppo teneri con chi non ha un lavoro", sbuffa Dario. Mentre nei due anni e mezzo di Ignazio Marino in Campidoglio e' circolato il progetto di assegnare ai Rom edifici da gestire in autorecupero al posto dei campi rimasto pero' lettera morta. Ha detto la sindaca di Roma al termine del sopralluogo. Il piano del Comune prevede di avviare un progetto che porti al "superamento" dei campi, che coinvolgera' "sperimentalmente i campi di Monachina e La Barbuta, comportera' la necessita' di offrire adeguata sistemazione alle persone Rom che progressivamente li abbandoneranno". Ma non si sono svegliate in tempo.

Il rimedio è noto a tutti e si chiama integrazione. E si vede una figura che alle 3,20 della notte appicca il fuoco al camper lanciando una piccola molotov, probabilmente dopo aver sparso liquido incendiario: tutto brucia in pochi istanti, le tre sorelle dormono nella parte alta dell'abitacolo e sono condannate. È questa al momento la pista privilegiata seguita dagli investigatori che escludono il movente dell'odio razziale.

Share