Eco - Scuola, 52mila posti disponibili per le assunzioni (2)

Share

Il comunicato stampa del Miur ha precisato: 15 mila sono i posti stabilizzati dall'organico di fatto, 21 mila sono dovuti al turn over per i pensionamenti 2017 e i restanti 16 mila sono posti già vacanti.

Il provvedimento riguarda 15.100 posti. "Trasformare ciò che oggi è organico di fatto in organico di diritto significa scegliere di continuare a investire sulla qualità della formazione dei docenti, mettendo al centro gli interessi di studenti, famiglie, insegnanti". Con queste parole la Ministra dell'Istruzione, Valeria Fedeli, ha annunciato il raggiungimento dell'accordo con il MEF riguardo alla trasformazione di alcune cattedre dell'organico di fatto in organico di diritto.

Vaccini, Lorenzin: "Pronto il decreto per l'obbligo a scuola"
Questo recita il decreto annunciato oggi dal ministro della Salute Lorenzin , che approderà domani in Consiglio dei Ministri. I dati di copertura vaccinale per morbillo e rosolia sono passati dal 90,4 per cento nel 2013 all'85,3 per cento nel 2015.

In sintesi, i 52.000 posti messi a disposizione, quest'estate saranno suddivisi in tre fette: il 60% saranno soggetti a nuove assunzioni, il 30% ai trasferimenti e il 10% a passaggi di cattedra e di ruolo. Si tratta di quelle cattedre esistenti, che non vanno quindi ad aumentare i posti disponibili ma che non hanno mai avuto un docente di ruolo e vengono anch'es- se assegnate puntualmente ad un supplente, spesso con incarico annuale.

Le nuove assunzioni arriveranno nel periodo estivo, con decorrenza dal 1 settembre prossimo, e saranno per metà da graduatorie ad esaurimento e per metà da graduatorie di merito sul concorso 2016. Resta solo di stabilirne la mappatura, tutt'ora in corso al Miur. Ma il grosso sarà al Nord e per le migliaia di docenti meridionali "costretti" ad accettare una cattedra nelle regioni settentrionali attraverso il piano straordinario previsto dalla Buona scuola le speranze di un rapido ritorno a casa si affievoliscono. "La trasformazione di incarichi di fatto con l'inserimento nell'organico stabile del personale docente è parte di un processo complessivo di riforma che procede senza interruzioni - conclude il ministro Padoan per il quale - una gestione avveduta e lungimirante delle finanze pubbliche è una condizione necessaria per sostenere il percorso delle riforme e ne rende possibile l'attuazione". Il PSI - conclude Fantò - ha da sempre posto la massima attenzione alla scuola come strumento principale di pari opportunità per i cittadini. Non vorremmo che questa eccessiva prudenza del ministro dell'Economia nascondesse l'idea di eventuali tagli nel futuro.

Share