Nives Meroi e Romano Benet in vetta all'Annapurna. E sono 14 Ottomila!

Share

"L'impresa della coppia tarvisiana Nives Meroi-Romano Benet, prima in Italia ad aver scalato tutte le 14 vette oltre gli Ottomila, è un evento che suscita una fortissima emozione". Tutte rigorosamente senza ossigeno e senza aiuto di portatori d'alta quota.

"L'ascensione dell'Annapurna - ha aggiunto - incarna in pieno il nostro modo di vivere la montagna, abbiamo faticato tantissimo". "È stata la salita più impegnativa ma anche la più bella", ha raccontato Nives alla sorella Leila con la quale è rimasta in contatto dal Nepal. I due alpinisti Nives Meroi e Romano Benet ci hanno voluto provare in questa primavera. Un'ascensione "vecchia maniera", lungo la via dei Francesi (aperta nel 1950 dai primi salitori dell'Annapurna), che è scattata a mezzanotte quando i quattro hanno lasciato la tendina a 7.200 metri, dandosi il cambio a "pestare" neve per farsi strada verso la cima.

Napoli, Hysaj: "Secondo posto alla portata. Roma? Speriamo nella Juve"
Siamo migliorati tanto e l'anno prossimo dobbiamo partire da questa consapevolezza. "Differenze fra Empoli e Napoli? ". Gli attaccanti più forti sono i nostri e per fortuna non devo marcarli da avversari”.

Marito e moglie hanno iniziato la sfida con gli Ottomila del mondo nel 1994. Un record non da poco che resterà negli annali dell'alpinismo: non solo perché sono solo una trentina gli alpinisti ad aver scalato tutti gli Ottomila, ma in quanto Meroi e Benet sono la prima coppia al mondo che insieme è salita su tutti i giganti della Terra senza l'uso di ossigeno. Il primo uomo, impossibile scordarlo, fu Reinhold Messner nel 1986 mentre la prima donna fu la coreana Eun-Sun Oh nel 2010. I primi segni della malattia si sono manifestati durante la scalata del Kangchenjunga, la terza vetta più alta del pianeta. Negli anni successivi, in seguito a una diagnosi di aplasia midollare, l'alpinista ha subito due trapianti di midollo osseo, che lo hanno costretto a fermarsi per circa due anni. Tre anni più tardi, completate le cure, Nives e Romano hanno ripreso a scalare insieme.

Share