Premier League, il Chelsea di Antonio Conte re d'Inghilterra

Share

Aurelio De Laurentiis non manca all'appello dei tanti protagonisti del calcio italiano ed internazionale che, nelle ultime ore, hanno speso parole d'elogio per Antonio Conte. Conte in campo era stato sollevato al cielo da tutta la squadra, tributo al tecnico che ha ribaltato la stagione ("la sua tattica e il suo carisma sono alla base di questo titolo", scrive il Mirror), poi ha rivelato di essersi spaccato un labbro nell'esultanza per il gol vittoria in casa del West Bromwich. Dopo la grande sorpresa della vittoria dell'"under dog" Leicester guidato da Claudio Ranieri, si è appena laureato campione della Premier League il più canonico Chelsea allenato da Antonio Conte.

Il Chelsea si laurea per la sesta volta nella sua storia campione d'Inghilterra. Per il salentino è il quarto titolo nazionale vinto in carriera dopo i tre scudetti consecutivi con la Juventus dal 2012 al 2014. Kanté è stato il giocatore dell'anno, Hazard ci è andato vicino ma il vero uomo della stagione è Conte.

Ranieri rende merito alle capacità di Conte, non solo dal punto di vista tecnico ma anche del sapersi adattare subito al nuovo mondo in cui è andato ad allenare.

Potrebbe però non finire qui. Ai microfoni di Sky Sport, il tecnico dribbla le domande sull'interessamento dell'Inter: "Abbiamo la finale di FA Cup contro l'Arsenal e cercheremo di prepararla al meglio". A decidere è un gol di Batsuhaiy che ha deciso il match al minuto 82.

King Arthur, di Guy Ritchie
Tocca ora a Guy Ritchie apportare la propria visione a una delle figure leggendarie più importanti della Gran Bretagna. Da giovane di strada abituato a rubare e lottare per qualunque cosa , a giovane re consapevole del suo ruolo.

La sua firma sul trionfo dei Blues è la conferma della qualità del lavoro di Conte che ha saputo costruire un gruppo di stagno, unito tra titolari e " panchinari". Un altro particolare da non sottovalutare è legato alla sua famiglia, rimasta in Italia e alla quale è andato il primo pensiero dopo il successo.

Chelsea in Premier League, Newcastle in Championship, Sheffield United in League One, Portsmouth in League Two, Hibernian nella Scottish Championship e Livingston nella Scottish League One.

Antonio Conte non si ferma di certo qua.

Share