Roma saluta Francesco Totti

Share

Una maglia che Francesco quasi sicuramente non vestirà mai.

Francesco Totti, l'ultima partita con la maglia giallorossa. E stavolta non sono illazioni.

James Pallotta, e il "sergente de ferro", Lucianone Spalletti, non hanno compreso il rapporto, forte, tra i tifosi e il capitano giallorosso: una lunga storia d'amore, cominciata 25 anni fa.

Si è spento Gregg Allman, fondatore degli Allman Brothers Band
Il suo amore per la famiglia e i compagni di gruppo era appassionato, come l'amore verso i suoi fan straordinari. Gregg era un partner incredibile e un amico ancora migliore.

"Roma-Genoa, domenica 28 maggio 2017, l'ultima volta in cui potrò indossare la maglia della Roma". È impossibile - scrive su Facebook, Twitter, Instagram - esprimere in poche parole tutto quello che questi colori hanno rappresentato, rappresentano e rappresenteranno per me. "E la casa di questo proponimento non potrebbe che essere uno Stadio Flaminio riqualificato e restituito alla città nelle sue bellissime oblique forme architettoniche, così da permettere a un grande calciatore - si legge in conclusione - di continuare a coltivare la sua indomita passione per il calcio, consentendo, al tempo stesso, ai suoi tantissimi tifosi ed ammiratori di continuare a seguirlo nella sua città, luogo non accostabile a nessun'altro in fatto di emozioni!". È talmente profonda che non posso pensare di smettere di alimentarla. Da lunedì sono pronto a ripartire. E a 40 anni suonati è pronto ad abbracciare "una nuova avventura", come ha dichiarato sui social. Nel giorno dei saluti ai compagni di squadra (invitati a cena all'hotel Cavalieri Hilton) e a 72 ore dall'ultima di campionato Francesco Totti rompe il silenzio senza però chiarire fino in fondo quale sarà il suo futuro professionale.

Domenica giocherà la sua ultima partita alla Roma e da tutto il mondo piovono attestati di stima. Tanti altri vorrebbero ospitare l'ultimo suo acuto, il primo lontano da Roma: alcuni marchi internazionali propongono di sponsorizzarne lautamente il trasferimento a Dubai. Certo sembra strano che alla fine di questa stagione che è stato un interminabile stallo messicano entrambi i nemici se ne vadano altrove, lasciando la Roma più povera e meno bella.

Share