Addio a Yahoo: completata la vendita a Verizon

Share

L'a.d. di Yahoo, Marissa Mayer, si è dimessa e al suo posto subentra il consigliere di amministrazione, Thomas McInerney."Dopo gli straordinari sforzi degli ultimi 18 mesi, siamo lieti di completare questa storica transazione e di iniziare un nuovo capitolo", commenta il nuovo capo azienda, che aggiunge: "Ringraziamo i nostri colleghi di Yahoo e gli amministratori in arrivo per i loro sforzi impegnativi e il loro servizio dedicato". "Guardando indietro ai miei anni a Yahoo - afferma Mayer in un messaggio ai dipendenti -, abbiamo affrontato sfide che sembravano insormontabili, con molte sorprese". Tim Armstrong, ex amministratore delegato di AOL, assume l'incarico per Oath, inserita nella divisione Media and Telematics di Verizon.

Addio a Yahoo. Verizon ha completato l'acquisizione da 4,48 miliardi di dollari della società. Il portfolio di Oath comprende, tra l'altro, HuffPost, Yahoo Sports, AOL.com, MAKERS, Tumblr, BUILD Studios, Yahoo Finance e Yahoo Mail.

Il ministro Padoan sulle banche venete: "La soluzione è prossima"
Oggi, come ricorda l'agenzia Reuters, si riunisce a il cda della Popolare di Vicenza e domani è previsto quello di Veneto Banca . E che il motto è "adesso o mai più" si capisce dalle esortazioni degli stessi banchieri.

La scommessa di Verizon è semplice: unendo i dati in suo possesso sulla telefonia mobile e sugli abbonati internet con i contenuti e le tecnologia di Oath può nascere un gigante in grado di competere con Google e Facebook, che controllano i due terzi del mercato della pubblicità online. Il primo compito di Armstrong è quello di ridurre le sovrapposizioni fra le due società, e per questo procedere a un taglio del 15% della forza lavoro, circa 2.100 dipendenti.

Share