Ballottaggio, a Trapani affluenza del 7,72%: metà rispetto alla media nazionale

Share

Ballottaggi, al voto oltre 4 milioni di italiani. Si tratta degli elettori di Trapani, unico comune capoluogo coinvolto nella tornata elettorale, Sciacca, in provincia di Agrigento, Termini Imerese, nel Palermitano, Niscemi, in provincia di Caltanissetta, Floridia, nel Siracusano, e le due catanesi Palagonia e Scordia. Fra le città più grandi ci sono Genova, Parma, Verona, Padova, L'Aquila e Catanzaro. In particolare, il centrodestra parte in vantaggio in 13 capoluoghi rispetto ai 6 del centrosinistra. Al primo turno aveva votato solo il 55 per cento degli aventi diritto.

Leggermente migliore il dato di Selargius, dove alle 19 ha votato il 23,93 per cento degli aventi diritto e dove la sfida tra il vicesindaco uscente di Forza Italia Gigi Concu e il segretario provinciale del Pd Francesco Lilliu resta apertissima: 9,85 punti in meno rispetto al numero di elettori che si erano recati alle urne l'11 giugno.

Under 21, Di Biagio: "Falso nueve scelta indovinata. Ora pensiamo alla Spagna"
Dall'altro girone la Repubblica Ceca subisce la supremazia della Danimarca, vittoriosa 4-2. Il nostro obiettivo era vincere 1-0 e poi vedere cosa poteva succedere, e così è stato.

A Belluno il sindaco uscente Jacopo Massaro, civico di centrosinistra sostenuto tra 3 liste (con indicazione di voto a favore del Pd) proverà a tornare in sella partendo dal 46%. Si può votare al secondo turno anche se non lo si è fatto al primo. Un accordo che regge nel governo di altre regioni come la Lombardia e il Veneto, ma che sembra al momento difficile riportare anche su scala nazionale nelle prossime elezioni politiche. Il Movimento 5 Stelle correrà solo nei capoluoghi di provincia di Asti e Carrara.

In generale sarà una sfida tra centro-destra e centro-sinistra, sembra quasi di tornare allo storico bipolarismo che ha caratterizzato la nostra Seconda Repubblica fino all'avvento di Bebbe Grillo con il suo Movimento, che però ha steccato nettamente in queste amministrative 2017. In entrambi i casi, il primo turno è finito con i candidati di Centro Sinistra e Centro Destra molto vicini. Il dato è ovviamente preliminare, visto che si vota fino alle 23. Sulle elezioni a Trapani si è pronunciato anche chi è fresco di vittoria alle amministrative di Palermo: "Oggi a Trapani c'è il pericolo che venga mortificata la democrazia, il pericolo che venga mortificato il diritto dei cittadini di avere un'amministrazione", ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando.

Share