Banche venete: "Avvenuta cessione a Intesa"

Share

E' il primo effetto dell'atteso decreto legge varato del pomeriggio dal Consiglio dei ministri e che porta alla "liquidazione ordinata" delle due banche venete, ovvero che dà l'avvio alla loro liquidazione coatta e alla cessione delle parti "sane" a Banca Intesa.

A questa cifra si aggiungono circa 400 milioni quale fair value delle garanzie prestate dallo Stato sugli impegni delle banche in liquidazione, per un ammontare massimo di circa 12 miliardi di euro.

Esulta il premier Paolo Gentiloni: "Il dl che consentirà di rassicurare e stabilizzare la situazione", ricordando che la crisi delle banche venete "ha raggiunto livelli che hanno reso necessario un intervento di salvataggio, per evitare i rischi evidenti a tutti di un fallimento disordinato". Gentiloni ha poi rivolto un messaggio ai parlamentari: "Confido che questa decisione avrà in Parlamento il sostegno che merita, cioè il più ampio possibile".

Quando nella primavera 2016 la Popolare di Vicenza si preparava all'aumento di capitale, assistita dall'Unicredit, e l'operazione andò a monte, fu il governo a lanciare l'operazione Atlante: oltre quattro miliardi raccolti con una pesante "moral suasion" tra banche, fondazioni e compagnie assicurative.

Assicurazioni allo stesso tempo sono arrivate sul fatto che dall'operazione che porta i due istituti nella pancia di Ca' de Sass non ci sarà nessuna conseguenza per i clienti, che già dalla mattina di oggi potranno effettuare le consuete operazioni senza variazioni, ma sotto responsabilità di Intesa Sanpaolo. È chiaro che dalla buona salute e dall'efficienza del nostro sistema bancario, in particolare in un Paese come il nostro dove il sistema bancario è così importante per gli investimenti, dipende anche la possibilità di incoraggiare e non ostacolare la ripresa economica in atto. "Ci sembra che i termini dell'intervento siamo ancora più favorevoli per Intesa Sanpaolo di quanto ipotizzato finora" è il commento di Equita, secondo cui "l'intervento è più diretto e non richiede creatività contabile come avevamo ipotizzato".

MotoGp, il Gp di Assen LIVE in testa duellano Rossi e Marquez
Partire dalle prime due file era molto importante per avere la possibilità di salire sul podio, farlo dalla pole è ancora meglio". Roma, 24 giu. (askanews) - "Oggi è stato uno di quei giorni in cui bisognava prendere dei rischi se si vuoel stare davanti".

Per le due banche venete sono stati nominati anche i componenti dei rispettivi comitati di sorveglianza. Questo il commento a caldo degli analisti di Credit Suisse alla decisione di varare un "salvataggio" di Bpvi e Veneto Banca che potrebbe costare fino a 17 miliardi di euro ai contribuenti italiani.

I piccoli risparmiatori e gli obbligazionisti senior delle banche venete saranno rimborsati al 100% grazie a risorse messe a disposizione sia dallo Stato che da Banca Intesa. Lo dice il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan in conferenza stampa a Palazzo Chigi.

La restante parte, quella "buona", è stata svenduta al prezzo simbolico di un euro a Intesa Sanpaolo che ha presentato proposta ufficiale di acquisto per gli asset "sani".

Il contributo, anch'esso contabilizzato - sulla base del principio contabile IAS 20 - come apporto al conto economico, è pari a 1,285 miliardi di euro non sottoposti a tassazione.

Share