Confermato l'arresto per Diele: domiciliari e braccialetto elettronico

Share

Le dichiarazioni di Diele sono state raccolte nel carcere di Fuorni dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. Il gip ha disposto che l'attore sia controllato attraverso il braccialetto elettronico.

Il reato contestato a Diele è di omicidio stradale aggravato. Ho un telefonino che funziona male, c'è un tasto che non va, e io per cercare di fare una telefonata ho abbassato gli occhi.

L'attore Domenico Diele, 32 anni, che guidava sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, come ha dimostrato il test dopo l'arresto, ha travolto e ucciso una donna in provincia di Salerno. "Cosa ho combinato? Ero al telefono, ero al telefono, mi sono distratto soltanto un momento, non mi sono accorto di nulla". Non ho scusa, ho sbagliato e devo pagare quello che decideranno i giudici e se servisse a qualcosa, pagherei di tasca mia anche qualunque cosa alla famiglia. "Sono colpevole", "urlerò la mia colpevolezza con tutte le forze".

La conferenza stampa di Assen apre un weekend cruciale per la MotoGP
C'è ancora molto lavoro da fare nel box Repsol Honda e le condizioni meteo previste per domani potrebbero rallentare il tutto. Sesto invece Valentino Rossi , capace di risalire proprio nell'ultimo giro lanciato, a sette decimi dal compagno di squadra.

Il primo a fermarsi sulla scena dell'incidente mortale che ha coinvolto l'attore Domenico Diele e una donna salernitana di 48 anni, deceduta probabilmente sul colpo, è stato l'ex concorrente del Grande Fratello Ferdinando Giordano. L'incidente è avvenuto alle due della notte di sabato. La vittima è la 48enne Ilaria Dilillo, la quale dopo una serata trascorsa in compagnia di un gruppo di amici, stava tornando a casa in sella al suo scooter a Salerno quando una macchina l'ha violentemente tamponata facendola cadere al suolo.

Ricordiamo che Diele era impegnato sul set dell'ultimo film di Marco Ponti, Una vita spericolata, e si era messo alla guida della sua Audi per recarsi ad un matrimonio in Calabria.

Volto emergente del cinema e della fiction, ha recitato in diverse pellicole, tra cui "Acab", e in numerose serie di successo della tv, come "Don Matteo" e "1993". "Ci ha aiutato per un po' a deviare le auto senza dire più una parola fino all'arrivo della polizia". L'attore è ora in carcere con l'accusa di omicidio stradale aggravato. Lavorava presso uno studio legale.

Share