Contatori Enel da cambiare per 142mila utenti polesani

Share

A due anni e mezzo dai primi annunci, con un percorso non privo di qualche intoppo, la campagna di sostituzione è stata presentata dall'amministratore delegato Francesco Starace e dal presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

Enel ha presentato con un comunicato stampa il nuovo contatore elettroni 2.0 chiamato Open Meter, che andrà a sostituire l'attuale contatore di energia elettrica. "Con questa operazione l'Italia si colloca all'avanguardia nel mondo".

"Il nuovo contatore pone l'Italia all'avanguardia in tutto il mondo, oggi si apre un mondo nuovo di possibilità a fabbriche, uffici, centri commerciale, case, si avrà un vero e proprio salto di prestazioni, l'Open Meter riesce a coniugare i classici obiettivi di tutela del consumatore, e introduce delle potenzialità tecniche che fanno dell'Italia un paese all'avanguardia sulla politica energetica - ha commentato Starace -".

Spagna, giudice ordina riesumazione corpo Salvador Dalì
L'artista, che è considerato il padre del surrealismo, è morto il 23 gennaio 1989 . La data non è stata ancora fissata, ma l'operazione dovrebbe avvenire in luglio.

L'installazione dei nuovi contatori di e-distribuzione, spiega Enel, consentirà ai clienti italiani di migliorare la consapevolezza dei propri consumi, avere accesso a nuovi servizi, senza incrementi tariffari.

Un piano di investimenti da 4,3 miliardi di euro, 1,3 miliardi dei quali entro il 2019 e la restante quota ripartita su un lasso temporale di 15 anni: lo ha annunciato Enel presentando il piano di e-distribuzione per la sostituzione dei contatori in 32 milioni di case ed aziende in tutta Italia, cui si aggiungono ulteriori 9 milioni di unità previste per nuove connessioni, per un totale di 41 milioni di contatori di nuova generazione. Un secondo step è fissato al 2024, per 2,7 miliardi. Saranno circa 250 le aziende esterne coinvolte nei lavori, con 4000 tecnici impiegati. Più facili saranno il cambio di fornitore e la voltura, e più rari i conguagli. Un'operazione salutata con soddisfazione dal premier che ha sottolineato come dia "lavoro e ossigeno alla nostra economia". I venditori, invece, potranno disegnare proposte più aderenti ai profili di consumo, comprese le pre-pagate, utili in particolare per le seconde case.

Share