Cuneo: adescava minori in chat usando profili femminili. Arrestato dirigente sportivo

Share

In oltre tre anni avrebbe adescato più di 100 minori usando falsi profili femminili sul web, attraverso varie piattaforme. I ragazzi che sono caduti nella rete dell'uomo era quasi tutti appartenenti al mondo del calcio giovanile o che militavano in qualche squadra. Nei tre anni di attività di adescamento, pare che avesse accumulato molto materiale pedopornografico, che è stato sequestrato dalla polizia postale di Torino. In alcuni casi si era spinto persino a proporre degli incontri, degli appuntamenti ai quali, per ovvie ragioni, non si era mai presentato. Secondo Il Corriere della Sera, a risultare decisivo è stato il racconto, un paio di anni fa, di un giovane calciatore, all'epoca 14enne, che aveva raccontato di essere stato "abbordato" da una presunta coetanea e di essere stato costretto a inviarle alcune foto compromettenti dopo aver subito la minaccia che il materiale che già le aveva inviato potesse essere diffuso.

Bimba cade dal terzo piano, è grave
L'incidente nella tarda mattinata di oggi, lunedì 26 giugno, poco prima di pranzo in via Martiri della libertà a Cavagnolo (TO). Si sarebbe infilata nella ringhiera del balcone e così sarebbe precipitata nel vuoto.

Per tali motivi, considerata la gravità dei fatti e la sussistenza delle esigenze cautelari previste per legge, la Procura della Repubblica di Torino ha richiesto e ottenuto la misura cautelare degli arresti domiciliari per il giovane, nel corso della cui esecuzione si sono riscontrati ulteriori elementi probatori a suo carico, a conferma della reiterazione dei fatti delittuosi.

Share