D-Day Genova: Crivello e Bucci stamane hanno votato, exit poll alle 23

Share

Continua così l'ascesa del centrodestra in Liguria, dopo la vittoria di Toti alle regionali del 2015 e quella a Savona nel 2016. Il centrosinistra ammette la sconfitta e si consola con la conquista di Lecce e Taranto (Rinaldo Melucci vince su Stefania Baldassarri) ma le frizioni dentro al Pd torneranno ad esplodere mettendo in discussione la leadership di Matteo Renzi. Pizzarotti si riconferma a Parma. Paolo Scarpa (Centrosinistra, primo turno 32,73%) - Stima 42 - 46%.

Per il Pd, che governava 14 capoluoghi di provincia su 22 ai ballottaggi, si prospetta un flop. E Matteo Salvini commenta "Ora vado fino in fondo a governare".

A ben vedere, peraltro, sia Berlusconi che Renzi non si sono sbilanciati troppo né per per la prima tornata, né per i ballottaggi. "Avremo molto da fare e mi sa che nessuno farà le ferie", ha detto il nuovo sindaco subito dopo la vittoria.

Di seguito, in ordine alfabetico, i risultati dei ballottaggi nelle principali città.

E dire che Genova un candidato sindaco vincente - perché aveva già vinto - ce l'aveva. In merito a questo risultato, nonostante il crollo di consensi registrato a livello nazionale nel primo turno (che di fatto ha estromesso i 5 Stelle dal secondo turno nelle grandi città), Luigi Di Maio ha espresso la soddisfazione per un Movimento che "continua la sua inesorabile crescita". Il Movimento 5 Stelle riesce a strappare al centrosinistra Carrara e avanza nel Lazio.

Matrimonio a Sorso: la sposa abbandonata all'altare offre il pranzo
Per tradizione a Sorso tutto - spese incluse - incombe sulla famiglia della sposa , che organizza anche cerimonia e rinfresco. Chissà ha cos'hanno brindato a quel ricevimento di nozze dove c'erano tutti tranne Gianni, lo sposo .

Antonio Vincenzo Ciconte (centrosinistra) non è andato oltre il 35,61%. Sul dato odierno ha influito anche la scarsa affluenza alle urne, che nel caso di Guidonia è stata del 31,6%.

Maurizio Traglio (Pd) si è fermato al 47,32%.

Secondo gli exit poll Marco Bucci, candidato sostenuto dalla coalizione di centrodestra, avrebbe una percentuale di consenso oscillante tra il 52% e il 56%, mentre l'avversario Criviello si assesterebbe intorno al 44/48 %. Bucci si presenta al ballottaggio in vantaggio, con il 38,8% del primo turno, Crivello insegue con il 33,4%. Lo sfidante del centrosinistra, Roberto Scanagatti (48,67%) si arrende per poco più di mille voti.

Andrea Lutzu (centrodestra) ha vinto con il 65,17%. Maria Obinu, di centrosinistra, si è fermata al 34,83 per cento. Padova e Lodi erano commissariate; Parma era guidata da Pizzarotti (ex M5S) e a Verona il primo cittadino era l'ex leghista Flavio Tosi.

Segno - I cittadini potranno esprimere validamente il proprio voto in 4 modi tracciando: un segno sul nome di un candidato Sindaco (o nel riquadro in cui compare tale nome); un segno sul simbolo di una lista che sostiene un candidato Sindaco; un segno nel riquadro ove sono contenuti il nome di un candidato Sindaco e i simboli delle liste a lui collegate; più segni nel riquadro dove sono contenuti il nome di un candidato Sindaco e i simboli delle liste a lui collegate. Qui la sindaca Pd uscente, Monica Chittò (nell'immagine sopra), ha raccolto il 31% dei voti.

Share