Elezioni comunali, come si vota

Share

Le elezioni si svolgeranno in un'unica giornata e i seggi rimarranno aperte dalle ore 7 alle 23. Oggi poco più di un milione e mezzo di siciliani è chiamato al voto, numeri che fanno dell'Isola la regione maggiormente interessata da queste amministrative. Friuli Venezia Giulia, Sicilia e Sardegna hanno scelto invece di adeguarsi alla data prevista per le altre Regioni, aprendo le urne l'11 giugno. Tra i comuni dove si voterà ci sono 21 capoluoghi di provincia (Alessandria, Asti, Belluno, Como, Cuneo, Frosinone, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Verona, Taranto e Trapani) e quattro capoluoghi di regione (Palermo, Genova, Catanzaro e L'Aquila).

La prefettura ha ricordato che "per essere ammessi al voto, gli elettori dovranno presentarsi al seggio muniti di un documento di riconoscimento valido, carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia rilasciato da una pubblica amministrazione, e della tessera elettorale personale".

TUTTO SU ELIGENDO - Tutte le informazioni su adempimenti elettorali e modalità di voto, candidati sindaci e liste, corpo elettorale e tessera elettorale, normativa di riferimento e circolari sono disponibili su Eligendo, il portale delle elezioni curato dal Viminale. Sei i Comuni con piu' di 15.000 abitanti, dove viene applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno. In generale, esistono due modalità di voto: una per i comuni con 15mila o più abitanti e una per i Comuni sotto i 15mila abitanti.

Agli elettori sarà consegnata una scheda azzurra per il sindaco e il consigliere comunale e mentre per il presidente e i consiglieri di Circoscrizione la scheda sarà rosa. ATTENZIONE! Sarà possibile riportare nome e cognome di due candidati al consiglio comunale solo se di sesso differente (necessariamente un uomo e una donna) e solo se questi sono presenti nella stessa lista, candidati con lo stesso candidato sindaco. Il sindaco uscente è Francesco Landi, eletto nel 2012 per la lista Centro Sinistra per Sarteano con 1.757 voti pari al 73,33% dei voti. Qualora nessun candidato raggiunga tale soglia si tornerà a votare la seconda domenica successiva per scegliere tra i due candidati che al primo turno hanno ottenuto il maggior numero di voti (ballottaggio).

Mondiali 2018: l'Iran si è qualificato
L'Italia passa in vantaggio con Insigne al 35′ del primo tempo . 9 su 10 da parte di 34 recensori Russia 2018 . Le reti sono state realizzate da Sardar Azmoun al 23' pt e da Mehdi Taremi al 33' st.

Nei Comuni con più di 15.000 abitanti, come Catanzaro, si vota sempre con una sola scheda, sulla quale saranno già riportati i nominativi dei candidati alla carica di Sindaco e, a fianco di ciascuno, il simbolo o i simboli delle liste che lo appoggiano. In questo caso si ottiene il cosiddetto "voto disgiunto".

Viene eletto Sindaco, il candidato che ottiene il maggior numero di voti.

E' una delle 12 donne elette in Consiglio comunale.

L'elettore esprime il suo voto tracciando un segno: sul nome del candidato sindaco (in questo caso il voto va solo al candidato stesso); su una delle liste a lui collegate (il voto va alla lista e al candidato sindaco collegato); su entrambi (il voto va a entrambi). Nei comuni con più di 5000 abitanti, inoltre, si possono esprimere due preferenze per i candidati al consiglio comunale, purché si tratti di candidati di sesso diverso. Nel caso in cui non si rispettino le regole la seconda preferenza sarà automaticamente annullata. L'eventuale turno di ballottaggio è fissato dopo due settimane dalla prima votazione, cioè per domenica 25 giugno.

Share