F1 | Ricciardo: "Vettel non pensa prima di agire"

Share

Appuntamento in Austria tra due settimane: sarà un altro Gran Premio di fuoco. Ma l'attenzione è stata catalizzata da un contatto avvenuto tra Vettel e Hamilton sotto il regime di Safety Car, con il tedesco che ha toccato la Mercedes dell'inglese, il quale si trovava in testa e procedeva molto a rilento. Increduli tutti i tre i piloti per una gara lunghissima ricca di colpi di scena e scorrettezze, ha pagare per tutti è stato Sebastian Vettel (Ferrari) penalizzato da uno stop ai box di 10 secondi. "Ad ogni modo ho fatto una bella gara con una bella partenza con Bottas che è partito aggressivo". Vettel e Hamilton sono venuti a contatto nel corso dei giri con la safety car (qui il video). Ma alla Mercedes devono aver lavorato duro nella notte di sabato, così che in pista è arrivata un'altra vettura. Non credo che Lewis volesse danneggiarmi anche perché avrebbe rischiato di danneggiare la sua macchina perdendo il GP.

Gara frammentata ma emozionante a Baku, bagarre tra Hamilton e Vettel.

Brasile: Presidente accusato di corruzione
Dilma Rousseff, che ha preceduto in carica Temer, è stata rimossa dal suo incarico a seguito di un voto di impeachment al Senato. Temer è il primo presidente brasiliano ad essere stato formalmente accusato di corruzione davanti al supremo tribunale federale.

Dopo dieci minuti riprende la gara con Raikkonen, Perez e Ocon che sono riusciti a riprendere la corsa. Se siamo al Colosseo, basta dirlo. Vettel ha reagito andando a dargli una ruotata. Chiariremo, anche se non c'è molto da chiarire.

Ci si gioca la Pole oggi in Azerbaijan, per l'ottavo Gran premio di Formula1 che si corre sulla pista "mista" e rischiosa di Baku (ieri nelle prove libere numerosi "botti" contro le barriere, per fortuna senza danni per i piloti). Sull'episodio sono interventi entrambi i boss di Mercedes e Ferrari. Come ho detto prima, noi stiamo zitti, lavoriamo e lasciamo parlare Lauda. Ciò che invece occorre analizzare, sono le reazioni dei due diretti interessati, che di certo non si sono risparmiati da reciproci "complimenti". Hamilton rallenta (troppo), Vettel lo tampona, lo manda al diavolo, lo affianca e gli dà una ruotata. L'inglese risponde per le rime. Io ero con un giro di ritardo, durante la Safety car ho dovuto superare tante auto per riportarmi davanti, ma questo dimostra che non bisogna mai arrendersi, non si sa mai quello che può succedere. "A mio avviso è stata un'azione alla Michael Schumacher, quando poi si giustificava dicendo che non aveva fatto nulla di male". Giro 12: ritiro per Verstappen, problemi al motore. "Devo anche fare i complimenti a Stroll per il suo primo podio, l'ha meritato". Non è vero che ho frenato improvvisamente. "Evidenteemente in quel momento lui non stava guardando..."

Share