Falso e abuso d'ufficio, Virginia Raggi rischia il processo

Share

Sulla vicenda dell'ex assessore all'Ambiente Paola Muraro, che si è dimessa dopo aver scoperto di essere indagata, la sindaca ha chiarito: "Il codice etico è stato scritto, io mi attengo a quel codice, non l'ho scritto io".

Non parlo poi degli inconvenienti che procurano alla sindaca di Roma le risse e le faide interne al suo movimento, dove si sprecano i commissari politici che le vengono assegnati con l'effetto spesso di complicarle la vita e di aggravare i problemi obiettivamente ereditati dalle precedenti amministrazioni. Pochi minuti fa al primo cittadino è stato notificato il 415 bis, atto che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio.

Roma, 20 giu. (AdnKronos) - La sindaca di Roma Virginia Raggi rischia il processo per le nomine di Renato Marra e di Salvatore Romeo. In merito all'eventualità del rinvio a giudizio, la Sindaca di Roma ha risposto: "Seguirò le regole del codice etico". Reato quest'ultimo che viene contestato invece a Raffaele Marra, fratello di Renato, ex capo del personale del Campidoglio che si occupò proprio della promozione di Renato. Ma non stiamo parlando del fatto che io abbia rubato soldi o abbia corrotto.

James Rodriguez al Milan?
Nelle settimane precedenti alla finale di Cardiff ricordiamo invece i rumors del forte interesse dell'Inter , al momento ancora senza sviluppi.

Falso. Per quanto riguarda invece la nomina a capo del dipartimento Turismo del Campidoglio di Renato Marra, fratello di Raffaele (successivamente revocata), secondo la procura la Raggi avrebbe detto il falso alla responsabile anticorruzione del Comune, Mariarosa Turchi, riferendo che per la nomina avrebbe agito in autonomia. I magistrati di piazzale Clodio, pur ritenendo quella scelta non legittima e non in linea con alcuni pronunciamenti dalla Corte dei Conti, hanno valutato insussistente l'elemento soggettivo del reato. L'indagine sulla nomina della Raineri aveva preso il via a seguito dell'esposto presentato da Fratelli d'Italia.

Legale Raggi, su Romeo certi di poter chiarire tutto - L'avvocato di Virginia Raggi, Alessandro Mancori, ha reso noto all'Ansa che non intende commentare in modo articolato "finché non accederemo agli atti depositati dai Pm". Virginia Raggi non si dimetterà Rinvio a giudizio per il caso nomine. Le indagini procedono e questa è una cosa positiva. Il percorso e' duro ma sono molto determinata ad andare avanti.

Share