GB: Theresa May ordina indagine esaustiva su rogo di Londra

Share

L'eletto del locale consiglio di Kensington e Chelsea Nick Paget-Brown ha confermato che una inchiesta approfondita sarà lanciata per accertare le cause della tragedia che restano al momento sconosciute, ammettendo le numerose proteste degli inquilini in merito alla sicurezza e a diversi malfunzionamenti della Grenfell Tower, soprattutto durante e dopo i lavori di ristrutturazione completati l'anno scorso. "Ha bussato alla mia porta - racconta Maryann Adam, 41, che abitava nell'appartamento 14 - e mi ha detto che c'era un incendio nella sua cucina". Vista la dimensione dell'edificio potrebbero volerci giorni. È stato l'avvocato della famiglia Trevisan, Maria Cristina Sandrin, a comunicarlo.

Intanto è arrivata l'ufficialità della morte dei due giovani italiani coinvolti a Londra nel rogo della Grenfell Tower. Infatti, un venditore dell'azienda ha spiegato al giornale inglese che tale versione negli Usa è vietata negli edifici che superano i 12 metri a causa del loro rischio di infiammabilità.

Tra i morti anche i fidanzati italiani Gloria e Marco, di cui parlano tutti i siti della vicina Penisola.

Come guardare Netflix con Tre
Come alternativa, vi è la possibilità di scegliere il router wi-fi 'PocketCube' al costo di 29 euro . Con Casa 3 XL invece i Giga a disposizione sono 50 e il costo è di 24,95 euro al mese.

I due si erano trasferiti a Londra da pochissimi mesi, avevano trovato un buon lavoro e vivevano insieme, convinti che ad aspettarli ci sarebbe stato un futuro felice. "Conserverò per sempre il ricordo delle ultime parole che ci ha dedicato". L'ultima telefonata è stata per i genitori, una straziante diretta disperata in cui sentivano la loro paura per le fiamme che si avvicinavano velocemente e gli ultimi saluti, Gloria Trevisan, li ha voluti riservare alla mamma, dicendole grazie per tutto quello che ha fatto per lei. "Abbiamo di nuovo assistito a scene drammatiche con molti morti e dispersi, scene che non vorremmo mai vedere".

Gloria Trevisan, 27 anni di Camposampiero (Padova) e Marco Gottardi, 27 anni di San Stino di Livenza (Venezia), abitavano al 23esimo piano di quel maledetto grattacielo che è andato distrutto nell'incendio divampato nella notte tra mercoledì e giovedì. "Il principe Filippo ed io vogliamo rendere omaggio ai vigili del fuoco e agli altri uomini delle squadre di emergenze che hanno messo a repentaglio le loro vite per salvarne altre" ha affermato la sovrana britannica. Le fiamme sono spente, l'immensa costruzione è ridotta a un moncone nero, spettrale.

Share