GP Azerbaijan 2017, Fernando Alonso: "Ah, che peccato. Avremmo potuto vincere!"

Share

Gran Premio d'Azerbaijan corso con la specifica 2 di power unit Honda, dopo aver provato al venerdì le novità dell'evoluzione Spec 3. La stagione per loro non è stata affatto favorevole, anzi sino ad ora è stata letteralmente da incubo, perciò questi punti ottenuti, sembrano uno spiraglio di luce, in mezzo al buio totale, anche se il due volte Campione del Mondo preferisce non farsi illusioni, infatti ha affermato: "Bisogna tenere i piedi ben saldi a terra, perché siamo arrivati alla zona punti grazie ai ritiri dei nostri avversari!" Nono Fernando Alonso, per quel poco che ha potuto, anche in "lotta", a tirare la staccata in fondo al dritto a Vettel. "Ma sfortunatamente non eravamo in quella posizione".

Grandi cambiamenti per la McLaren a Baku nella speranza che qualcosa si "smuova".

Collegatosi con gli ingegneri, lo spagnolo ha gracchiato un eloquente: "Ah, che peccato".

Contatori Enel da cambiare per 142mila utenti polesani
Un'operazione salutata con soddisfazione dal premier che ha sottolineato come dia "lavoro e ossigeno alla nostra economia". Saranno circa 250 le aziende esterne coinvolte nei lavori, con 4000 tecnici impiegati.

Convinzione che si sviluppa dall'essersi trovato dietro Ricciardo, 11mo, al giro 14: "Eravamo dietro Daniel nel primo periodo di Safety Car, poi Lewis ha avuto il problema con il poggiatesta ed è stato costretto a rientrare, Sebastian ha scontato una penalità, Kimi si è ritirato, le due Force India si sono scontrate l'una con l'altra, quindi ci siamo trovati automaticamente in una posizione discreta".

All'inizio del weekend, visto anche la penalizzazione che doveva scontare, che è diventata ancora più pesante al sabato, per il cambio di altre componenti, Fernando Alonso non si aspettava certo una gara semplice, anzi la zona punti sembrava un miraggio e l'unico obiettivo era quello di terminare la gara, per avere più informazioni possibili per aiutare il team a crescere. "Per questo motivo sono i benvenuti.".

Share