Inter, Spalletti: "Voglio vedere cazzimma! Champions? Obiettivo minimo, è un obbligo"

Share

"L'obbligo è quello di sentirlo come un obiettivo minimo. Ma sapendo che l'ultima classifica dice che le prime tre erano lontane e che per colmare quel gap dovremo vincere nove-dieci gare in più".

Immobilismo in casa Inter per quanto riguarda il mercato, ma le trattative (quelle importanti) partiranno solo una volta ceduti giocatori del calibro di Perisić e Banega. Fari puntati anche sull'altra metà di Genova: Inter e Genoa sono al momento in forte contatto per chiudere l'operazione Biabiany, destinato a trasferirsi al Grifone. "Perche' questo gruppo ha tanti valori ma poi ognuno ritiene di aver fatto il suo e come collettivo non funziona". Senò è inutile parlare di senso di appartenenza. "Bisogna avere a mente la grande storia di questo club". Se non capiscono cosa vuol dire vestire la maglia dell'Inter non si va da nessuna parte. Col passaggio all'Inter, Borja potrebbe cambiare ruolo ma agirà ancora in fase offensiva e con il 4-2-3-1, modulo principale della scorsa stagione, lo spagnolo prenderebbe posizione nei tre dietro ad Icardi, in modo da avere molta libertà nelle azioni d'attacco nerazzurre, potendo contribuire ancora in chiave assist e magari sbloccarsi anche dal punto di vista delle reti. A seconda delle uscite un po' cambiano gli obiettivi. E voglio lo stesso sentimento nei miei uomini.

Uccide un paziente con l'acido cloridrico: arrestata infermiera
L'accusata invece non aveva potuto usufruire della legge ed era stata trasferita. Nelle immagini pare si veda l'infermiera mentre acquista della soda caustica .

La stagione seguente, invece, dopo un inizio piuttosto balbettante, corollato con qualche errore di troppo, inizia a prendere confidenza con il campionato italiano ed assieme a Silvestre formerà una coppia centrale di difesa dal sicuro affidamento per Marco Giampaolo. Insomma a centrocampo può giocare ovunque. E può servire come leader per gli altri. Il tecnico toscano na ha dubbi:il portiere polacco è l'uomo giusto per far ripartire la sua Inter. In un'intervista al quotidiano The Straits Time di Singapore, l'erede di Moratti ha tranquillizzato tutti i tifosi: "L'Inter è una delle migliori squadre del mondo". Questo significa bilanciare i risultati dentro e fuori dal campo. Stiamo per aggiungere un paio di giocatori alla squadra.

Share