Italia U21, Pellegrini: "Conosciamo la forza della Spagna, non sarà facile"

Share

La risposta dell'Italia è giunta al 20' con una bella conclusione di destro da fuori area del mobilissimo Pellegrini, che ha messo i brividi a Pollersbeck e a tutta la Germania. La Germania crea poco o nulla per impensierire la porta di Donnarumma, anzi è la squadra di Di Biagio ad andare vicinissima al raddoppio.

È andata bene. La Germania quando incontra l'Italia si blocca e spesso perde, poi fortunatamente nell'altro match i cechi hanno perso dagli scandinavi della Danimarca ed allora ecco la semifinale per gli azzurrini.

Impresa dell'Italia agli Europei U21 in Polonia.

F1, Gp Baku, pagelle: Vettel Vs Hamilton, scontro totale!
Al presidente (Jean Todt) non piacerà sentirmi dire questo, ma la cosa non è gestita in modo professionale". Non ci sono dubbi al riguardo e non ci sono scuse, è un comportamento inqualificabile.

La formazione che mette alle corde la Germania è per dieci undicesimi quella del successo all'esordio con la Danimarca.

Gli azzurrini partono col freno a mano tirato e subiscono in avvio la rete di Kempf che l'arbitro annulla per offside. Si alza però la bandierina del guardalinee e i tanti tifosi italiani presenti sugli spalti possono tirare un sospiro di sollievo. In contemporanea, a Tychy, la Danimarca ha sconfitto a sorpresa la Repubblica Ceca per 4-2.

I pericoli maggiori arrivano dai calci da fermo e in chiusura di primo tempo è Caldara a salvare sul solito Kempf. Ma i complimenti vanno fatti alla squadra, non a me: con il cuore si va avanti, non c'è niente da fare e non ci si smentisce mai. La Germania fatica nella costruzione della manovra, affidandosi alle accelerazioni di Gnabry, mentre Di Biagio inserisce Petagna per uno stremato Chiesa. E' normale che sia lui al centro dell'attenzione. Passano i minuti e a Cracovia si alza il grido 'Italia, Italia' e l'ingresso in campo di Locatelli, all'esordio, al posto di Berardi è la conferma che l'1-0 può bastare. C'è da migliorare per cercare di arrivare sino in fondo, quindi subito testa alla semifinale.

Share