Lecce, scontro tra due treni: una decina di feriti, nessuno grave

Share

Linea Lecce - Zollino, all' altezza di Galugnano: all' improvviso l' impatto, per fortuna niente di grave, nessuna lamiera accartocciata, ma comunque sono stati stimati una quindicina di feriti (secondo i dati forniti dalla Asl). Quel che è certo al momento è che uno dei due convogli era fermo al segnale di ingresso della stazione di Galugnano, mentre l'altro è partito in direzione Lecce non rispettando il segnale rosso. A bordo dei due convogli c'erano circa un'ottantina di passeggeri, tra cui alcuni dei quali sarebbero turisti.

Saranno le indagini a chiarire meglio la dinamica dei fatti: intanto è certo che si tratta dell'ennesimo incidente ferroviario su un rettilineo a binario unico dove i convogli fortunatamente procedevano a bassa velocità. Presenti anche Vigili del Fuoco, carabinieri, Polizia, Polfer e personale del 118. Inoltre il tratto in questione non è munito dell'SCMT, cioè il sistema di controllo marcia treno, che dovrebbe garantire molta più sicurezza in quanto riesce a monitorare il comortamento dei macchinisti, relativamente a molti parametri in base segnali ferroviari, la velocità del mezzo e le sue capacità di frenata, il grado di frenatura della linea stessa ed altri.

E' stato liberato infatti il binario unico in cui è avvenuto lo scontro tra i due convogli. Lo riferisce Ferrovie dello Stato, proprietaria da alcuni mesi delle Ferrovie del Sud Est. "Alle Ferrovie del Sud Est (FSE) furono assegnati 36 milioni che la società ha utilizzato solo in minima parte, non avendo rispettato il termine di scadenza per l'utilizzo dei fondi POR". "La Fse ha smarrito la propria missione: il trasporto pubblico locale" scrive il commissario analizzando come l'azienda, che aveva a libro paga 1.500 dipendenti, avesse accumulato debiti verso fornitori, dipendenti, l'Inps, le banche.la contabilità viene definita "fittizia" e frutto di "comportamenti che configurano profili importanti di responsabilità" come ad esempio un credito di 76 milioni dalla Regione Puglia che quest'ultima disconosce.

Comunali, ballottaggi tra centrodestra e centrosinistra. M5s fuori
Arriva con molto distacco Forello ( Movimento 5 Stelle ) per il quale hanno votato il 16,2% degli elettori. In forte calo l'affluenza ad Asti , dove è stata del 57,43% rispetto al 63,24% del 2012.

Nel luglio 2016, sempre in Puglia, due treni si erano scontrati tra Andria e Corato causando la morte di 26 persone.

L'assessore ai Trasporti, Giovanni Giannini, ha ricordato con una nota che con la "programmazione 2007-13 dei Fesr la Regione Puglia stanziò 83 milioni per la sicurezza ferroviaria, in particolare per il montaggio degli Scmt a bordo treno e a terra".

Share