Lunigiana, arrestati sei carabinieri: avrebbero picchiato un extracomunitario

Share

L'inchiesta su presunte irregolarità dei carabinieri (sei in servizio presso la caserma di Aulla, tre in quella di albiano Magra) è destinata a fare scandalo. E' quanto emerso in merito all'inchiesta. Sarebbero molto numerosi, secondo la Procura, gli episodi di violenza contestati ai carabinieri, accusati, a vario titolo, di falso e lesioni. Stando a quanto si è appreso appreso cinque carabinieri sono stati posti agli arresti domiciliari, mentre uno è stato trasportato in carcere.

L'inchiesta era insorta su alcune presunte irregolarità nelle attività svolte da alcuni militari dell'Arma in Lunigiana. Le indagini sono partite mesi addietro, in seguito alla denuncia di un uomo originario del Marocco, con precedenti per spaccio: l'uomo fu fermato nel corso di un controllo antidroga.

"Le misure - prosegue la nota - sono state richieste da quest'ufficio lo scorso quattro aprile e disposte il 12 giugno dal giudice" Ermanno De Mattia "non essendo consentito in uno stato di diritto quale è il nostro, che la sola appartenenza a una categoria sociale oppure a un corpo, ancorché meritevole e glorioso come l'Arma dei carabinieri, renda immuni da ogni responsabilità". Ma, secondo il suo racconto, una volta portato in caserma, quattro militari lo avrebbero pestato, facendolo finire in ospedale. Durante gli accertamenti, la procura avrebbe riscontrato - anche con intercettazioni ambientali e telefoniche - decine di episodi di falsificazione dei verbali e di violenza nei confronti di persone, sia italiane che straniere, sottoposte a controlli.

Spalletti: "Qui per riportare l'Inter dentro la sua storia"
La distanza dei punti fa capire che qualcosa deve cambiare alle radici, 25-26 punti sono 10 partite da vincere in campionato. Si comincia a lavorare a modo mio, mi fido del mio modo di fare e chiedo ai giocatori di fidarsi di me.

Si tenne successivamente una manifestazione di solidarietà per i carabinieri ad Aulla.

"Erano metodici, sistematici" sottolinea ancora Giubilaro. Le indagini avrebbero accertato, tra l'altro, che quell'episodio non sarebbe stato l'unico del genere. Tra gli indagati ci sono un maresciallo, alcuni appuntati e militari semplici.

Share