Milan, anche un hacker contro Donnarumma

Share

Il portiere del Milan ha parlato in conferenza stampa da Cracovia alla vigilia della semifinale dell'Europeo Under 21 tra Italia e Spagna.

Dopo tanto rumore, Gigio Donnarumma è dunque uscito allo scoperto, gettando acqua sul fuoco dopo un suo tweet del pomeriggio che aveva scatenato ulteriori roventi polemiche: in quell'occasione il portiere ha ribadito il suo legame con Mino Raiola; tantissimi l'avevano interpretato come un'altra rottura col Milan alzando ancora l'asticella dell'astio nei suoi confronti. Ora ho in mente la Nazionale, con la quale spero di fare un regalo a tutti i tifosi. La mia promessa è che, non appena sarà finito l'Europeo, incontrerò la Società insieme alla mia famiglia e al mio agente per discutere il mio rinnovo"."Donnarumma e Raiola.

In serata però Donnarumma ha cancellato il suo profilo di Instagram, usando Twitter per denunciare una presunta violazione del suo account, senza specificare se l'ultimo post condiviso su Instagram fosse stato scritto da lui o meno. Sirigu infatti, come scrive la Gazzetta dello Sport, ha risolto in contratto che lo lega al PSG e firmerà un triennale da 1,3 milioni a stagione con i granata. In questo momento, nei miei pensieri c'è solo la Nazionale, al mio futuro penseremo quando saranno terminati gli Europei. "I social? Sì, possono essere anche pericolosi, ma - racconta - continuerò ad usarli".

Valencia, allenatore: "Albiol, un giocatore esperto, da capire le condizioni economiche"
Ha giocato negli ultimi anni in una grande squadra come il Napoli , collezionando tante presenze in campo tra Champions League ed in un campionato come la Serie A, molto competitivo. "Bisognerà però vedere se riusciremo a portarlo da noi".

È stata una giornata molto intensa quella vissuta nella giornata di ieri da Gigio Donnarumma.

"Voglio dimostrare che sono sereno, sto pensando solo alla partita di domani e mi dispiace che si sia creato tutto questo putiferio attorno a me". I due si sono incontrati a Casa Milan per un summit di mercato, a cui ha partecipato anche l'amministratore delegato Marco Fassone, ma poi si sono spostati per una cena di lavoro in centro a Milano.

Il caso Donnarumma si tinge di giallo.

Share