MotoGp, ad Assen la vittoria è di Valentino Rossi

Share

La gara vede progressivamente in bagarre Rossi, Marquez e Zarco, almeno per i primi venti giri. Bene anche Rossi, terzo davanti a Petrucci e non lontano dalle prime due posizioni. Sono felice per me e per la squadra. Valentino a 38 anni è oggi in piena corsa per il mondiale, insieme agli altri fantastici tre: Dovizioso, Viñales e Marquez. Fortunatamente rimangono in piedi entrambi, anche se Zarco retrocede al quarto posto e viene superato anche da Petrucci. Otto giri dalla fine e altro colpo di scena, sul circuito iniziano a cadere le prime gocce di pioggia.

Sembra incredibile, ma dopo una gara bellissima ed un secondo posto, Danilo Petrucci era decisamente arrabbiato. Ho spinto dall'inizio, sono andato in testa, ho preso un po' di margine, ma quando ero tra virgolette sicuro della vittoria, ha cominciato a piovere e ho dovuto ricominciare tutto da capo.

Valentino Rossi 10 - Vincerà il mondiale?

Dovizioso dopo 8 gare ha ora 115 punti, 4 in più di Maverik Vinales (111) oggi caduto e sette in più di Valentino Rossi (108). "Ci ho provato, oggi bisognava vincere". Il significato di questa vittoria? Corro in moto e lavoro tutto l'anno per queste sensazioni, per quello che si prova dopo una vittoria. Si tratta anche della decima vittoria del campione della Yamaha ad Assen.

Il cognato di Donnarumma: "Gigio vuole rimanere"
Magari puntando a vendere al termine della prossima stagione? Nell'intervista, Paoletti ha dichiarato che dopo il suo post su Instagram, poi cancellato, avrebbe ricevuto insulti e addirittura telefonate minatorie.

"Oggi ho capito che non è un cattivo ragazzo, semplicemente non è capace a valutare le distanze. Comunque la tuta era nuova e me la deve ripagare.". Tanto che le sue prestazioni hanno attirato l'attenzione anche di altre case, prima tra tutte la Aprilia, che si è detta disponibile ad offrirgli un posto da pilota ufficiale.

Danilo Petrucci 9 - Date una moto ufficiale al Petrux e lui vi ripagherà. Nell'ultimo settore io ero più veloce, ma all'ultima chicane ho trovato prima Barbera e al giro dopo Rins. E invece. "Eh sì, ho quasi vinto, anche se alla fine sono arrivato secondo - commenta il pilota di Terni a fine gara - Se avessi una seconda chance.ma non è possibile". Alla fine recrimina per una mancata segnalazione di bandiera blu (doppiaggio), sarà per un'altra volta, suvvia. Come se non bastasse, si è rilanciato in campionato e ora sono solo 7 i punti da Dovizioso.

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Share