MotoGp, show italiano ad Assen: vince Valentino, secondo Petrucci

Share

Brutte mosse contro Rossi e Petrucci, ma è ancora un rookie. Ma l'arrivo delle prime gocce, quando mancavano 8 girti alla fine, ha rimescolato un'altra volta le carte, con le Ducati di Petrucci e Dovizioso che hanno risalito posizioni e cominciato a tallonarlo.

Inizia la gara e subito Valentino Rossi parte con la sua strategia, martellare Petrucci, fargli sentire la sua pressione e così, dopo aver superato Zarco e Marquez, è tempo di guerra "in famiglia". Sorpassi e controsorpassi mozzafiato tra i due in testa, mentre dalle retrovie sopraggiunge Crutchlow a battagliare con Marquez e Dovizioso.

A tre giri dalla fine un Rossi scatenato si riprende la prima posizione ai danni di Petrucci. "La gara è stata bellissima, sono felice" ha detto prima di salire sul podio.

Tragico incidente con tre morti sulla statale 194 nei pressi di Lentini
Non ce l´ha fatta neanche Mirko Mezzapesa , 43 anni, di Lentini , dove lavorava alle dipendenze di una agenzia assicurativa. Quando i soccorsi sono giunti sul luogo dell'incidente , non hanno potuto far altro che decretarne la morte.

Quella che è andata in scena ad Assen, nell'università del motociclismo, è una delle sfide di MotoGP più entusiasmanti degli ultimi anni. "E' anche molto importante per il campionato perché siamo tutti molto vicini". La pioggia però poteva cambiare tutto: "Quando ero in testa ero ottimista ma poi è arrivata la pioggia e lì Petrucci è forte".

Per Marquez non è ancora arrivato il momento di tornare alla vittoria, ma può lasciare Assen mettendo il segno 'più' accanto al Gran Premio di Assen. Comunque grazie Zarco! Questa mia tuta era nuova, doveva durare almeno fino al GP d'Austria. Se non riescono a pulirla gli manderò la fattura a casa! Al termine della gara, Rossi parla così della sua 115esima vittoria nel Moto mondiale, la numero 89 in MotoGp, la decima ad Assen: "Questo è un posto speciale per me". L'incertezza meteo ha condizionato gara e gomme, con i piloti che si sono sbizzarriti nelle scelte: Rossi e Vinales hanno scelto la media davanti e la dura dietro; il poleman Zarco la doppia soft e tutti gli altri la duplice media. "E' meglio che non mi incontri nel paddock, deve avere tanta paura...". Io lavoro per quello che si prova dopo un Gran Premio vinto. "Non è cattivo - sorride Rossi -, è proprio che non è capace non capisce le distanze". È stata una giornata decisamente positiva, sono riuscito ad essere competitivo fin dal mattino ed a sentirmi comodo in sella. Il pilota della Yamaha conquista sul circuito di Assen il primo successo stagionale, il 115° della sua straordinaria carriera, l'ottantanovesimo nella classe regina. Mi ha toccato anche oggi. Stavo cercando di mantenere i pneumatici ad un buon livello e preparare un attacco negli ultimi dieci giri.

Share