Partono oggi i 3 giorni de La Giornata Mondiale del Rifugiato

Share

Il 20 giugno si celebra la giornata mondiale del rifugiato.

Ai dipinti, esposti integralmente, saranno affiancate delle fotografie prodotte dal fotografo Riccardo Bandiera, incaricato di documentare le varie fasi del progetto, e l'iter che ha portato al risultato finale, con l'intento non solo di rendere "leggibile" la dimensione progettuale e fattiva degli elaborati, ma anche di aiutare il fruitore a percepire il clima in cui il lavoro si è svolto ed avvicinarlo alla quotidianità della vita dello SPRAR. Il Ccme, rinnovando il proprio impegno a favore della promozione di "passaggi sicuri" verso l'Europa (Safe Passage è la denominazione di un progetto ad hoc), sottolinea come le chiese in tutta Europa si stiano dando da fare, anche ai confini europei, in uno spirito di intensa solidarietà e umanità. Non mancherà lo sport grazie al circolo di Ponte San Lorenzo che ha organizzato un quadrangolare di calcio il 28 di questo mese.

È il 20 giugno la data scelta quest'anno per la Giornata Mondiale del Rifugiato. Con un intermezzo musicale a cura della Piccola Orchestra di Torpignattara. Sempre domenica 18 giugno si terrà a Firenze, presso gli Impianti sportivi dell'Albereta 2000, l'edizione 2017 di "Firenze aspetta i Mondiali Antirazzisti".

Mercato Napoli, la scelta del nuovo portiere: cifre e dettagli su Meret
Privarci di uno dei nostri ragazzi è sempre doloroso e Meret , come tutti i nostri portieri, ha dimostrato grandi numeri. Ma c'è un altro calciatore bianconero che interessa al ds azzurro, il terzino Silvan Widmer .

Arte #WithRefugees: un'installazione presso il Museo MAXXI, Roma (20-25/06) e una mostra fotografica presso la Galleria Alberto Sordi, Roma (11-25/06).

In Italia il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (SPRAR), attivo dal 2001, è composto dalla rete degli enti locali che, con il prezioso contributo delle realtà del terzo settore, realizzano interventi di accoglienza per quanti arrivano sul territorio italiano in cerca di protezione internazionale. La giornata è iniziata alle 10 allo Stadio Municipale con un "torneo di cricket per i profughi e i rifugiati". Per questo motivo si chiede alle persone di mostrare solidarietà ai rifugiati incontrandoli durante una giornata di "porte aperte" nei centri di accoglienza. Crediamo sia importante che ognuno, ad ogni livello, si assuma la sua parte di responsabilità.

A illustrare i particolari della serata organizzata dall'Inda insieme all'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati saranno, sabato 17 giugno alle 11, nel salone Amorelli di Palazzo Greco in corso Matteotti a Siracusa, il commissario della Fondazione Inda Pier Francesco Pinelli e alcuni degli artisti che si esibiranno la sera del 19 giugno, l'attore Leo Gullotta, il regista e coreografo Micha Van Hoecke, il cantautore siciliano Mario Incudine e l'attrice siracusana Rita Abela.

Share