Roma, corteo Casapound contro ius soli

Share

Ad aprire il lungo serpentone di bandiere con la tartaruga frecciata, italiane e "no Ue" lo striscione "No allo ius soli", poi "Prima gli italiani", "Insorgere contro il fatalismo", e un grosso tricolore con la scritta "Siam pronti alla morte l'Italia chiamò".

Moto2, frattura alla caviglia destra per Baldassarri. Esclusi danni cerebrali
Da un punto di vista diagnostico, le prime indagini di urgenza effettuate ieri hanno escluso gravi lesione e poi si è andati più nel dettaglio.

Il corteo partirà alle 16 dalla sede di via Napoleone III e sfilerà per via Merulana e via Labicana fino ad arrivare a Colle Oppio, dove verrà montato il palco per gli interventi. "Nei momenti difficili li da'". La manifestazione, a cui la sezione di Grosseto parteciperà con i suoi numerosi iscritti, è promossa per contrastare questa folle proposta contro il popolo italiano, volta al riconoscimento della cittadinanza a persone che non hanno alcun legame con la nostra terra e che andrebbe a ledere ulteriormente la nostra sovranità. In prima fila la showgirl Nina Moric. Nell'arco di sei anni, dunque, le opinioni si sono rovesciate, visto che da un sondaggio Ipsos pubblicato nel 2011 i favorevoli allo ius soli erano il 71%, i contrari il 27%. "Siamo scesi in piazza perché i bambini figli di stranieri hanno già tutti i diritti nel nostro Paese", spiega Simone Di Stefano, vicepresidente di CasaPound Italia.

Share