Roma, Di Biase(Pd): Raggi dica che farà se rinviata a giudizio

Share

La procura di Roma ha chiuso le indagini, passo che prelude alla richiesta di rinvio a giudizio, per le accuse di falso in relazione alla nomina di Renato Marra all'incarico di capo dipartimento per il Turismo e di abuso d'ufficio per quella relativa a Salvatore Romeo a capo della segreteria. Sul fascicolo Romeo siamo assolutamente certi di poter chiarire la sua posizione, ma prima dovremo avere piena contezza del contenuto delle indagini.

Maturità: errore sul sito del Ministero, tracce con la "i"
Ce ne sono o c'è ne sono - La maggior parte dei ragazzi non cade nel tranello: l'89% indica la soluzione giusta. Complessivamente sono 505.686 i candidati iscritti all'esame , di cui 489.168 interni e 16.518 esterni.

"Il primo anno della giunta Raggi? Un anno a stelle spente". Muraro fu costretta alle dimissioni il 13 dicembre 2016, dopo aver ricevuto un avviso di garanzia. Ci stiamo mettendo alle spalle Mafia Capitale e le trappole che ha lasciato per disegnare una città moderna, soprattutto più vicina ai suoi abitanti. Dopo un mese di voci e rumors - nel corso del quale al posto di Minenna viene nominato ma subito abbandonato l'ex magistrato della Corte dei Conti Raffaele De Dominicis - alla fine si opta per lo spacchettamento delle due deleghe: alle Partecipate arriva l'imprenditore veneto Massimo Colomban mentre al Bilancio Andrea Mazzillo. Nel quale non sono mancati i momenti di tensione, legati in particolare a un aspetto: la difficoltà che il sindaco pentastellato ha incontrato nel crearsi una squadra di assessori e dirigenti che fosse stabile e coesa. Così come sorvola sul mostruoso debito da 1,3miliardi dell'Atac, una società che (nonostante questo) la sindaca ha deciso di non privatizzare. Però politicamente la condanno, perché i romani che sento mi dicono che speravano in qualcosa di meglio. "Finché non sarà condannata - ha scritto su Facebook il deputato dem, Marco Miccoli - la sindaca Raggi resta un'indagata". Tuttavia, allo stesso tempo, posso affermare con altrettanta certezza che questa amministrazione dà ogni giorno il massimo per portare nuove energie. Non possiamo essere garantisti a corrente alternata, come spesso accade anche dentro il Pd. Un risultato notevole. Se si trascura che nel novembre scorso il consiglio comunale, con una mozione straordinaria, ha richiesto lo scioglimento di Roma Metropolitane, la società che gestisce i lavori. "Io il grillino non lo farò mai".

Share