Rossi da urlo! Il Dottore trionfa ad Assen, Dovizioso leader del Mondiale

Share

All'undicesimo giro inizia lo show di Valentino Rossi che supera in sequenza Marquez e Zarco, prendendosi la testa della gara.

"Vincere è fantastico!" Mancava esattamente da un anno sul gradino più alto del podio Valentino Rossi, e ci è tornato ad Assen, in occasione dell'ottavo Gran Premio stagionale, con una gara intelligente e determinata alla guida della sua Yamaha M1. Un pizzico di rammarico, ma va bene così Petrux sei stato fantastico!

Ultimi sette giri da bagarre: per quattro volte le Ducati di Dovizioso e Petrucci si scambiano le posizioni con quest'ultimo che si riesce a prendere la prima posizione dopo diversi attacchi su Rossi. Maverick Vinales, il compagno di squadra di Rossi, è caduto perdendo la leadership del Mondiale a vantaggio di Andrea Dovizioso. "Rossi ha vinto in 41'41" 149, precedendo Petrucci di 0,063 e Marquez di 5,201; Dovizioso è arrivato con un ritardo di 5,327, precedendo a sua volta J. Miller (+23,390), Abraham (+36,982), L. Baz (+37,070), Iannone (+37,154) e A. Espargaro (+59.836). Davvero un peccato. Sono sicuro però che domani mattina mi renderò conto di ciò che abbiamo fatto: un grandissimo week end. Sono molto felice per questo secondo posto anche se devo ammettere che a lungo ho avuto in bocca il gusto della vittoria.

Vicenza A4 incidente: scontro tra Tir, un morto e autostrada chiusa
Chiuso immediatamente il tratto tra Vicenza Est e Vicenza Ovest , poi anche quello tra Grisignano e Vicenza Est . L'incidente ha paralizzato il traffico, con code che stanno raggiungendo gli 8-10 chilometri .

I momenti principali del gp: "A un certo punto ero molto ottimista e stavo cominciando ad andare via, diciamo che la situazione era sotto controllo". Poi è andato davanti ma ho visto che anche lui doveva stare attendo.

Ma il gioco non vale la candela e il poleman Zarco, che fino ad allora stava lottando per il terzo posto, dopo il rientro terminerà in quattordicesima posizione. Una gara condizionata anche dalla pioggia, che è tornata a cadere a otto giri dalla fine. Infine una frecciata a Zarco che, partito dalla pole, lo ha urtato maldestramente. Petrucci ha sfiorato l'impresa ma alla fine potrà comunque tornare a casa soddisfatto della seconda posizione conquistata.

Share