Russia: Rosneft sotto attacco hacker

Share

Il cyberattacco che ha colpito la Russia e l'Ucraina si sta espandendo ad altre società europee, in particolare di Francia, Gran Bretagna e Danimarca. Lo riferisce la BBC online. "I sistemi vitali non sono stati danneggiati, l'attacco verrà respinto e i responsabili saranno individuati". Così su Facebook il premier ucraino Volodomyr Groysman. Il sito della Rosneft, il colosso petrolifero russo, è irraggiungibile da alcune ore e nella metropolitana di Kiev non si possono effettuare pagamenti elettronici. I primi casi sono stati segnalati oggi in tarda mattinata, attorno all'ora di pranzo, quando il ransomware ha cominciato a colpire in Ucraina banche e molte altre aziende operanti in diversi settori, soprattutto quelli finanziari. In Russia, oltre a Bashneft e Rosneft, anche Mars e Nivea sono coinvolte.

Scopo degli hacker, che per l'attacco hanno usato un virus che inibisce l'accesso ai dati dei computer colpiti, è ottenere un riscatto.

Nuovo attacco hacker in Europa. Secondo l'Agenzia nazionale per la gestione della zona contaminata, i sistemi interni tecnici della centrale "funzionano regolarmente" e invece sono "parzialmente fuori uso" quelli che monitorano "i livelli di radiazione". L'azienda energetica Ukrenego sta subendo l'attacco, ma secondo un portavoce non ci sono state interruzioni nell'erogazione della corrente elettrica.

Roma, arriva terzino olandese Karsdorp
Ora il trasferimento al centro sportivo e, nelle prossime ore, le visite mediche di rito, che dureranno presumibilmente fino al tardo pomeriggio.

"Credo non ci sia nessun dubbio che dietro a questi "giochetti" ci sia la Russia perché questa è la manifestazione di una guerra ibrida". La portavoce dell'Sbu, i servizi di sicurezza di Kiev, avrebbe detto che all'interno dell'agenzia si suppone che gli attacchi siano partiti dalla Russia o dai territori occupati del Donbass.

L'attacco hacker ha riguardato anche la centrale nucleare di Chernobyl. "Perfetto quindi per coprire un attacco con finalità geopolitiche". Stando al segretario del Consiglio di Sicurezza e della Difesa ucraino Oleksandr Turchynov, "già ora, dopo un'analisi preliminare del virus, si può parlare di una traccia russa".

Share