Salvataggio MPS: offerta Atlante 2 formalizzata, aumento capitale precauzionale non lontano

Share

A diffondere la notizia un articolo pubblicato da il "Sole24Ore" che parla di cifre ben definite.

L'aumento di capitale precauzionale di Monte dei Paschi, uno dei perni del piano di salvataggio di Mps, non dovrebbe essere lontano. Secondo il quotidiano di Confindustria, i 26 miliardi di sofferenze della banca toscana saranno trasferiti al 20,5% del proprio valore originario. Operazione che secondo alcune fonti informate dei fatti è ormai alle battute finali, essendo stato già raggiunto un accordo di massima anche se restano alcuni dettagli da definire prima dell'annuncio ufficiale. A dare la spinta definitiva all'intesa è stata la chiusura del dossier venete, che ha di fatto estinto l'impegno di Atlante 2 da 450 milioni per lo smaltimento dei loro crediti deteriorati.

Banche venete, Cdm: ok al salvataggio. Gentiloni: evitato fallimento disordinato
Padoan ha tenuto a precisare che il salvataggio avviene nel pieno rispetto delle regole Ue, "sfruttando nel migliore modo possibile tutti i margini" consentiti al loro interno.

Per quanto riguarda la selezione dei servicer selezione il Sole24Ore cita come master servicer Credito fondiario, partner di Quaestio. Il via libera alla ricapitalizzazione della banca per 8,3 miliardi dovrebbe arrivare verosimilmente tra la fine della settimana prossima e l'inizio di quella successiva, in modo da aprire le porte all'ingresso di Stato entro fine luglio.

Share