Su WhatsApp album fotografici e nuovi filtri per immagini, video e gif

Share

E' la novità dell'app di messaggistica più usata al mondo.

WhatsApp si continua ad aggiornare su iOS. Recall, così sarebbe attualmente chiamata, e praticamente andrebbe a rappresentare la possibilità di annullare l'invio dei messaggi. Un aggiornamento imminente dell'applicazione di messaggistica introdurrà la possibilità di cancellare l'ultima comunicazione, a patto che non siano passati più di cinque minuti dall'invio. Logicamente ci sarà anche la possibilità di inviare la foto "originale". Ma quanto sembra emergere dalle piattaforme che si occupano di tecnologia in fase beta lascerebbe intendere che nella versione rilasciata l'altro giorno, il 5 giugno, sarebbero già contenuti i codici per questa nuova funzione.

Altra novità da non sottovalutare è rivolta a tutti quegli utenti che ricevono tantissime foto di ogni tipo tramite Whatsapp.

Giappone, ok ad abdicazione Akihito. Abe: è momento storico per nostro paese
Tokyo - Il parlamento del Giappone ha approvato la proposta di legge che consentirà all'attuale imperatore Akihito di abdicare. La legge è stata formulata per l'attuale sovrano: si tratta della prima volta in 200 anni che un imperatore rinuncia al trono .

Una seconda funzione confermata riguarda i filtri fotografici, al momento verranno implementati cinque filtri ovvero Pop, B&W, Cool, Chrome e Film. Per accedere a questa funzione, una volta aggiunta la foto, basta fare uno swipe dal basso verso l'alto. Sino ad ora, per rispondere direttamente ad uno specifico messaggio, è stato necessario mantenere la pressione sul messaggio in questione sino alla comparsa delle opzioni, tra cui "Rispondi".

Per ora le funzionalità citate sono disponibili solo per l'applicazione per iOS, non si hanno ancora informazioni su quando verranno introdotte sull'app per android.

In caso vi foste malauguratamente trovati costretti a sorbirvi le "storie" dei vostri "amici" su WhatsApp, nel corso degli ultimi mesi, e a ricevere in dono una serie di informazioni assolutamente non necessarie e persino fastidiose, l'agognato passo indietro da parte della Facebook Inc. sta finalmente per compiersi, andando a rimuovere l'odiata funzione dal servizio e riportandolo allo status quo.

Share