Trionfo Rossi ad Assen davanti a Petrucci

Share

Che puntuali hanno provato a fargli lo scherzetto ad una manciata di giri dal termine, proprio quando si era messo al comando e aveva deciso di spingere al massimo per allungare sui suoi diretti inseguitori (Petrucci e Marquez). È il Valentino Rossi day sulla pista di Assen: il campione della Yamaha fa festa per il successo arrivato dopo oltre un anno.

Vittoria numero 115 nel motomondiale, la numero 89 nella Moto GP, la decima sul circuito Assen, che per lui "è un posto speciale, qui ci sono tanti fan, la pista è fantastica". La gara è stata bellissima, sono felice.

Otto giri al termine, Dovizioso ha superato Zarco e Marquez e si trova in terza posizione. Ora torniamo a casa primi in campionato, e per me è una emozione nuova perché non sono mai stato in testa alla MotoGP. Rossi non molla lotta ruota a ruota con Petrucci, viene superato dal pilota umbro ma si riprende la vittoria con un gran sorpasso alla chicane. "Voglio ringraziare tutto il mio team perché anche in questo weekend abbiamo lavorato benissimo e, nonostante le condizioni meteo cambiassero in continuazione, abbiamo fatto le mosse giuste, siamo rimasti calmi, e questo alla fine ha pagato".

Torreira sulla Roma: "Mi piacerebbe fare questo salto"
Ora è venuto fuori l'interesse della Roma e questo mi rende molto felice anche se gestisco la situazione con tranquillità . Anche se del mercato se ne sta occupando il mio procuratore, perchè io voglio restarne ai margini e godermi le vacanze.

Dalle ore 13.00 di Domenica scatterà la gara MotoGP Assen 2017. Mi hanno ripreso e poi Petrucci mi è passato davanti ma anche lui doveva stare attento.

Non c'è nulla da dire se non W Vale che quando spiega: "Negli ultimi due giri mi sono immaginato che avesse smesso di piovere."... fa la differenza e... che differenza. Il Dottore non vinceva un gran premio da 385 giorni (l'ultima volta nel 2016 in Catalogna) e adesso il distacco dal primo posto della classifica generale è di sette punti. Valentino Rossi inonda Galbusera con lo champagne e lo applaude dal primo grandino del podio, donando all'albiatese il meritato proscenio. Mentre Marquez rimane staccato di 11 punti. Sesto posto per Jack Miller su Honda, settimo per Karel Abraham, ottavo posto per Loris Baz sempre su Ducati, nono Andrea Iannone sulla Suzuki e decimo Aleix Espargaro sempre su Aprilia.

Share