USA, giornalisti CNN si dimettono dopo cancellazione articolo su Russiagate

Share

A lasciare la testata sono stati l'autore dell'articolo, Thomas Frank, che aveva lavorato come giornalista embedded nella guerra in Iraq, il premio Pulitzer Eric Lichtblau, della redazione di Washington, e Lex Haris, capo dell'unità investigativa. In un incontro che si è tenuto lunedì pomeriggio, ha scritto CNN, ai giornalisti coinvolti nella storia è stato detto che la ritrattazione non significa che le cose scritte nell'articolo fossero necessariamente false o sbagliate, ma che "l'articolo non era abbastanza solido da essere pubblicato così", visto che si basava solo su una fonte rimasta anonima. Tre giornalisti di punta della testata americana si sono dimessi per aver pubblicato un servizio sui presunti legami con il Cremlino di Anthony Scaramucci, membro italo-americano del team di transizione dell'amministrazione Trump.

Giovedì della scorsa settimana la CNN ha fatto uscire un articolo interessante ma non sconvolgente che parlava dell'apertura, da parte della Commissione Intelligence del Senato americano, di un approfondimento per valutare i contatti tra un fondo di investimento collegato al governo russo e un personaggio di primo piano del comitato elettorale di Donald Trump. Fino ai primi di febbraio, Scaramucci, che ha accompagnato la candidatura di Trump come consigliere (tra i tanti amici di Wall Street), era in odore di un incarico di prestigio. "La Cnn si scusa con il signor Scaramucci", è stato scritto sabato. E venerdì sera, dopo che la Cnn aveva verificato che le procedure editoriali non erano state seguite, l'articolo è stato ritirato.

Perisic, l'Inter non merita questo: il retroscena United è davvero clamoroso
Un Perisic dunque 'disperato' e prigioniero dorato dell'Inter , club al quale così facendo sta decisamente mancando di rispetto . Il giocatore è considerato cedibile, a patto che arrivi una maxi-offerta, e piace soprattutto al Manchester United .

Trump, martedì, s'è scagliato contro la CNN, che spesso ha definito un media che diffonde fake news sul suo conto.

Share