Viñales ringrazia Dovizioso: "Grazie di avermi evitato"

Share

"Quando sono arrivato a ridosso del gruppo di testa ha iniziato a piovere ma non si capiva bene dove la pista fosse ancora asciutta e dove no. Voglio ringraziare tutto il mio team perché anche in questo weekend abbiamo lavorato benissimo e, nonostante le condizioni meteo cambiassero in continuazione, abbiamo fatto le mosse giuste, siamo rimasti calmi, e questo alla fine ha pagato". A Vinales, talento puro, sembrerebbe mancare la capacità di apprendere dai propri errori, in quanto nelle due occasioni in cui ha concluso anzitempo la sua gara ha dichiarato di non aver capito cosa sia successo, ammettendo solo di essersi ritrovato a terra.

La caduta di Assen, la seconda in stagione dopo Austin, è costata a Viñales la perdita della leadership della classifica come avvenne negli Stati Uniti. Dovizioso, dopo aver tagliato il traguardo del primo giro in settima posizione, ha iniziato una entusiasmante rimonta che lo ha portato fino al secondo posto nel corso del ventesimo passaggio, quando una leggera pioggia è iniziata a cadere sul circuito olandese. Era dal 2009, dai tempi di Casey Stoner, che un pilota Ducati non guardava tutti dall'alto in basso. Quello che gli uomini capitanati da Meregalli vogliono scongiurare è il pericolo di perdere ancora una volta per strada un titolo pur avendo la moto migliore del lotto.

Confederations Cup - Messico e Portogallo avanti. Fuori la Russia
La classifica, infatti, vede entrambe le squadre a quota 4 punti ma i sudamericani possono vantare una differenza reti migliore. Ora il Portogallo aspetta per sapere il suo avversario in semifinale le partite che completeranno la griglia di stasera.

Implacabile e sicuro di sé nella primissime gare di questa stagione, meno brillante e più incerto nelle ultime: è questa la descrizione probabilmente più corretta per il 2017 di Maverick Vinales. "Dobbiamo fare qualcosa di più, ovviamente, ma ci arriveremo".

Share