Vivo mostra uno smartphone con lettore di impronte digitali integrato nello schermo

Share

Qualcomm ha annunciato oggi a Shanghai i nuovi sensori per il riconoscimento delle impronte digitali, che potranno essere integrati direttamente nel display oppure nella scocca in vetro o metallo che sia. Questa ultima caratteristica gli consente di poterlo inserire anche su superfici fin'ora impensabili, come ad esempio il corpo in alluminio degli smartphone di ultima generazione. Una tecnologia che Qualcomm ha sviluppato da un pò di tempo, ma che non è riuscita a decollare.

Il sensore di impronte digitali ad ultrasuoni Qualcomm per display è la prima soluzione ultrasonica multifunzionale commercializzata in grado di eseguire la scansione tramite un pannello display OLED fino a 1200um di spessore, mentre i sensori di impronte digitali Qualcomm per vetro e metallo sono in grado di eseguire la scansione tramite uno strato di vetro fino a 800um di spessore e di metallo fino a 650um, un miglioramento rispetto alla capacità di 400um della generazione precedente per vetro o metallo. Il rilevamento delle impronte digitali funziona perfino sott'acqua, ma comprende anche gesture direzionali e la rilevazione del battito cardiaco e della circolazione sanguigna, fornendo un'autenticazione molto sicura, e anche la possibilità di essere utilizzata per app dedicate al fitness ed alla salute.

Le due soluzioni, Qualcomm Fingerprint Sensors per vetro/metallo e per display arriveranno in tempi differenti.

Incendio in un deposito di camper in zona Grotta di Gregna
Traffico rallentato in via Collatina e anche in direzione Tor de' Schiavi in via della Serenissima , fra l'A24 e via Prenestina . Intervenuti anche agenti della polizia del reparto volanti, dei commissariati Torpignattara, Casilino e San Basilio.

Il tutto è concesso grazie all'utilizzo di nuovi sensori particolarmente sensibili, che possono captare il contatto col dito anche ad una distanza leggermente maggiore rispetto a quella necessaria attualmente.

Dopo un anno di discussioni, sembra finalmente arrivata l'implementazione del sensore di impronte digitali sotto al display anteriore, realizzata da Qualcomm. Le caratteristiche tecniche comunque valgono tutta l'attesa.

Share