Yara, processo d'appello: Bossetti vuole nuova perizia Dna

Share

Quindi sottolinea di credere a tal punto che suo marito non c'entri nulla di essere disposta a non rivedere il suo giudizio nemmeno se un nuovo test del Dna confermasse che la traccia biologica sugli slip di Yara fosse di Massimo Bossetti. Pensa che io con Guerinoni ci sia stata per davvero.

Già dalle scorse sere erano comparse le prime telecamere davanti al palazzo di Giustizia per seguire il processo, ma il procuratore generale di Brescia, Pierluigi Maria dell'Osso, ha vietato l'ingresso a telecamere e macchine fotografiche in aula. Intanto, in un'intervista al settimanale 'Gente' torna a parlare Marita Comi, moglie di Massimo Bossetti, che ribadisce di essere fermamente convinta dell'innocenza del marito. Mi fecero un sacco di domande, alcune riferite proprio a Guerinoni. Mi chiesero se ero stata la sua amante, ma io negai fin da subito. Le analisi del DNA però dicono altro, così la donna ha dichiarato che probabilmente Massimo e la sua gemella sarebbero stati il frutto di una fecondazione artificiale fatta a sua insaputa, tesi molto complicata da dimostrare e che sembra addirittura surreale. I suoi avvocati Claudio Salvagni e Paolo Camporini, chiederanno alla Corte d'assise d'appello di Brescia diribaltare la sentenza di fine pena mai.

Continua a negare ogni forma di relazione con Giuseppe Guerinoni Ester Arzuffi, madre di Massimo Bossetti, l'uomo accusato dell'omicidio di Yara. Nelle motivazioni dei giudici si legge che "è ragionevole ritenere che l'omicidio sia maturato in un contesto di avances a sfondo sessuale".

Dal voto M5s alla crisi del Pd: le tre sentenze delle Amministrative
Una vittoria che ha visto il candidato del M5S prendere praticamente il doppio dei voti di quello del Partito Democratico . Bastione del centrosinistra è caduta in mano al Movimento 5 stelle .

La difesa darà battaglia proprio sul Dna, alla ricerca di una perizia, negata in primo grado.

Tra questi la presenza del suo furgone nella zona di Brembate Sopra in un orario compatibile con quello del rapimento di Yara, la presenza sul corpo della tredicenne di sferette metalliche tipiche del lavoro edilizio e i tabulati telefonici che localizzano Bossetti in quella zona negli orari in cui Yara veniva allontanata per sempre dalla sua famiglia.

Share