In Ungheria prima fila tutta Ferrari Pole di Vettel, secondo Raikkonen

Share

"Questa è una Red Bull che mi può far vincere, se continua così posso vincere qui", ha detto. Su una pista in cui l'aereodinamica conta più del motore, la RedBull ha dimostrato di esserci e di poter dare fastidio ai due contendenti del mondiale.

E arriva l'attesissimo momento della Q3, alla quale prendono parte le due Ferrari, le due Mercedes, le due Red Bull, le due McLaren, la Renault di Hulkenberg e la Toro Rosso di Sainz. Chiudono lo schieramento un bravissimo Paul Di Resta e Marcus Ericsson. Il pilota tedesco della Ferrari ha stampato il fastest lap di 1:16.276 che gli ha permesso di conquistare la prima piazza in vista della gara di Budapest programmata per domenica 30 luglio. Max Verstappen a sorpresa è stato in grado di tenere testa al ritmo delle Rosse piazzandosi a soli due centesimi dalla vetta della classifica nonostante la sua Red Bull non montasse il nuovo telaio. Eliminati Magnussen (Haas), Stroll (Williams) e Wehrlein (Sauber). La griglia di partenza del GP d'Ungheria F1 2017 dirà tanto su chi troveremo domani in lotta per il successo. In questo modo l'inglese è stato in grado di migliorarsi e segnare la miglior prestazione ponendosi davanti a Vettel, anche grazie a un incredibile secondo settore. In quinta fila avanzerà quindi il compagno di squadra Palmer.

UFFICIALE: Entella, Catellani si deve ritirare per un'aritmia: "Dispiaciuto, ma sereno"
Si chiude ad appena 29 anni la carriera di Andrea Catellani , costretto a lasciare a causa di un problema al cuore. Una battaglia che io considero vinta e non persa, come invece potrebbe apparire.

Kimi Räikkönen: "Non ho completato un ottimo giro, nel T2 ho preso con troppa foga il cordolo e ho lasciato per strada un po' di tempo". "L'altro pilota della Rossa, Vettel, non era andato oltre il sesto tempo (+1" 077), preceduto dal compagno di squadra di Hamilton, Bottas (+0" 762). Valtteri Bottas strappa il terzo crono ma è a quasi un secondo, Lewis Hamilton invece è addirittura quinto (bruciato da Verstappen nel finale) e accusa praticamente un secondo e mezzo. Fernando Alonso che festeggia il 36esimo compleanno si tiene il nono tempo, pagando un paio di decimi dal belga, ma lo spagnolo si è fermato prima.

Share