Khosrowshahi lascia Expedia, sarà il nuovo ceo di Uber

Share

È arrivato sulla poltrona di CEO del gigante dei viaggi grazie all'acquisizione di Expedia da parte di IAC, azienda per la quale già lavorava: nel 2005 è stato messo al timone dell'azienda che ha sede a Bellevue, vicino Seattle, e l'ha trasformata in questi due lustri in un colosso da 9 milardi di dollari di fatturato all'anno. Nato in Iran, Khosrowshahi è cresciuto negli Stati Uniti: il suo compito sarà quello di far ripartire Uber ripulendo la sua immagine dopo gli scandali che hanno portato alle dimissioni del fondatore Travis Kalanick, dalle molestie sessuali alle accuse di spionaggio aziendale sul progetto dell'auto a guida automatica. In questo si pone in continuità con Kalanick che, prima dello scandalo, a febbraio aveva abbandonato il panel di Ceo consulenti del presidente. Tale decisione, che pare sia stata presa nella giornata di domenica, ha sorpreso gli analisti di mercato ma non è ancora stata commentata ufficialmente dai vertici di Uber. L'annuncio ufficiale del suo ingaggio non dovrebbe comunque tardare ed è previsto in settimana.

Bonucci: Il Milan ha iniziato a crescere
Secondo la moviola del Corriere dello Sport sono molti gli episodi dubbi del match di San Siro . Abbiamo tre competizioni da giocare: Campionato, Europa League e Coppa Italia.

La nomina in Cda di Khosrowshahi è arrivata dopo una lunga serie di discussioni.

Share