Lazio-Spal 0-0: frenata Inzaghi, emiliani coraggiosi al ritorno in A

Share

Inaspettato pari interno per la Lazio che non riesce a dare continuità alla vittoria in Supercoppa Italiana: 0-0 contro un'organizzata SPAL che ha anche rischiato di fare il colpaccio se solo il palo non avesse detto no a Viviani nella prima frazione.

Fischia l'arbitro Abisso e inizia la prima tranch di gara che si è rivelata piuttosto equilibrata: la Spal va sicura, sa gestire bene le situazioni di gioco e ripartire con personalità, creando qualche piccola situazione che spaventa i padroni di casa. La partita la fa la Lazio come da copione, con il solito pressing e un centrocampo a cinque capace di far inserire costantemente Milinkovic e Alberto, lieta sorpresa della stagione biancoceleste insieme all'esordiente Palombi, garantito da Inzaghi che l'ha già allenato nelle giovanili.

Sventato attacco con una Barbie-bomba su un aereo per Abu Dhabi
L'uomo avrebbe volato più volte tra Libino ed Australia con diversi pretesti tra cui quello di un presunto matrimonio. L'attacco era stato organizzato da 4 fratelli, tra di loro c'era un membro dell'Isis, Tarek Khayyat .

Il secondo tempo vede una Lazio più intraprendente ma poco concreta sottoporta, il che non fa altro che favorire la retroguardia spallina. Sull'out di destra macina, come sempre, un'infinità di chilometri, soffre l'esperienza di Lulic in fase offensiva, ma non si risparmia mai.

Interpellato, poi, per un giudizio sull'introduzione della Var (Video Assistant Referee), Semplici ha espresso parere favorevole nei confronti di uno "strumento tecnologico in campo" che potrà aiutare "i direttori di gara a prendere decisioni più eque" e le "squadre in campo a sentirsi più sicure e tutelate". La prima rete in Serie A del Benevento è di Ciciretti ed è un gran gol quello che sigla il numero 10 giallorosso: aggancio in area e sinistro a girare di rara bellezza. Nella incremento, al 9°, un'altra volta Quagliarella permette ai blucerchiati per mezzo di rovesciare il riuscita e per mezzo di proporre a società i 3 punti. Nella ripresa, al 9°, Birsa sorprende Scuffet fuori porta e sigla il 2-1 per la squadra di Maran. La Lazio si rende pericolosa soltanto al 27′ con Immobile, ma Gomis è bravo a sventare il pericolo.

Share