Le vacanze in Grecia si trasformano in un dramma: muore un giovane

Share

Sacco si era diplomato l'anno scorso all'Istituto tecnico Rocco Scotellaro e nei prossimi mesi avrebbe dovuto sostenere i test per entrare all'università. Un giovane ragazzo di appena vent'anni, Pasquale Sacco, è morto a Zante ( Grecia), dopo esser stato investito da un auto di grossa cilindrata mentre si trovava a bordo di un quad.

Cosenza, appartamento del centro storico va a fuoco: tre morti
L'incendio sembrerebbe sia nuovamente divampato nella palazzina di cui si paventa l'imminente crollo. Sul posto ci sono i vigili del fuoco e diverse ambulanze.

Oggi l'intervento della Farnesina per il rientro del corpo. Ma il giovane 20enne di San Giorgio a Cremano (Napoli) in una maledetta notte di vacanza a Zante, l'isola greca in cui era con gli amici di sempre, ha trovato la morte: come riportato da Il Mattino, è stato centrato in pieno da una macchina di grossa cilindrata sparata a tutta velocità, travolto mentre era alla guida di un quad, spesso usato dai ragazzi in villeggiatura in Grecia per muoversi meglio fra le stradine delle isole. L'incidente mortale è accaduto domenica mattina, poche ore prima del rientro in Italia di Pasquale e dei quattro amici con cui si era recato in Grecia. Tra i presenti in chiesa anche il procuratore Nunzio Fragliasso, zio di Pasquale Sacco. Recatisi sul posto, i ragazzi si sono trovati davanti a una scena raccapricciante. Aveva preso a noleggio un quad per spostarsi all'interno dell'isola. Pasquale era stato lanciato in aria come un proiettile a causa dell'impatto ed era caduto a terra a quaranta metri di distanza dall'auto. Secondo quanto riferito, Pasquale l'amico che si trovava con lui avevano perso la strada, trovandosi in uno stretto sentiero di campagna ed è stato quest'ultimo salvatosi perché era sceso dal quad per raccogliere un oggetto, ad avvertire gli altri due compagni di viaggio dell'incidente. Gli altri quattro giovani sangiorgesi, dopo una prima assistenza fornita dagli uffici consolari di Zante, sono già rientrati in Italia.

Share