Terremoto Ischia, magnitudo INGV ricalcolata: scossa di 4 grado

Share

Restano ancora due fratellini lì.

E' passata nella paura la notte ad Ischia dopo che un terremoto di magnitudo 4.0 (dopo una prima valutazione che parlava di 3.6) è avvenuto nella zona dell'isola e sulla costa Flegrea, in provincia di Napoli alle 20:57:51 con epicentro in mare aperto con coordinate geografiche di latitudine coordinate 40.78, longitudine 13.88 ad una profondità di 5 km. Crolli ovunque, anche se il centro più colpito è il comune di Casamicciola, dove è andata distrutta la chiesa del Purgatorio e numerosi alberghi sono rimasti isolati.

Nel frattempo arrivano le prime conferme sui numeri: due le vittime, una colpita dai calcinacci di una chiesa, un'altra travolta dalle macerie della sua casa. Sono 39 i feriti di cui due gravi.

Barcellona, "ammazzato Younes Abouyaaqoub, terrorista in fuga"
La polizia è intervenuta dopo che un cittadino aveva segnalato una persona sospetta che somigliava al terrorista in fuga . Se questo nesso venisse accertato, Perez diventerebbe la 15ma vittima della strage.

Seguiranno aggiornamenti con l'evolversi della situazione.

Purtoppo sono due le vittime causate dal movimento tellurico che, nonostante la magnitudo 4.0, è riuscito a far crollare diverse strutture a Casamicciola e a lesionare decine di abitazioni.

Il fenomeno sismico verificatosi "è di origine tettonica e non vulcanica": a spiegarlo è Carlo Doglioni, presidente dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, il quale aggiunge che "Casamicciola è nota per i terremoti, nel 1883 se ne verificò uno di magnitudo 5.8 che fece 2.300 morti". Ormai era sera, e la gente impaurita, giustamente è iniziata nel fuggire di corsa in strada, i tanti negozi hanno chiuso, i turisti hanno preferito di non ritornare in albergo, ma di stare con la popolazione colpita dal terremoto. Ma speriamo non ci sia nessuno sotto le case che hanno avuto crolli ingenti. Il loro fratellino di 7 mesi, Pasquale, è stato salvato dai residui ed è salvo. Parte dell'ospedale Rizzoli di Ischia è stato invece evacuato per verifiche strutturali. Stamattina, con la luce, è stato possibile avere un'idea dell'entità dei danni.

Share