Ambasciata americana a Cuba evacuata per "attacchi acustici"

Share

Nuovo stop ai viaggi verso Cuba dagli Stati Uniti e sale di nuovo la tensione. Secondo quanto riferisce la Associated Press rimarrà soltanto il "personale di emergenza".

E ancora, Washington ha ordinato al 60 per cento dello staff dell'ambasciata americana all'Avana di lasciare la sede di rappresentanza in seguito a "specifici attacchi" contro i diplomatici statunitensi.

Il Dipartimento di Stato degli Usa ha intenzione di interrompere - a scadenza indefinita - il rilascio di visti per Cuba e di fermare i viaggi di delegazioni ufficiali in seguito ai presunti attacchi acustici contro il personale americano. I cittadini americani sono stati invitati a non recarsi a Cuba per il timore di possibili 'attacchi' negli hotel dell'isola che potrebbero mettere a repentaglio la salute dei viaggiatori.

Clamoroso a Roma: evaso ex parroco condannato per pedofilia. È in fuga
Caramia, assistito dagli avvocati Giancarlo Camassa e Rosanna Saracino, aveva scelto di essere processato con rito ordinario. Il prete era stato arrestato nel giugno 2016 e aveva poi ottenuto i domiciliari presso una comunità religiosa fuori regione.

LA RIUNIONE TRA TILLERSON E IL MINISTRO DEGLI ESTERI CUBANO - Lo scorso martedì Tillerson aveva incontrato a Washington il ministro degli Esteri cubano, Bruno Rodriguez, per discutere della questione. Nello specifico le autorità Usa hanno spiegato che 21 diplomatici e loro famigliari sono stati affetti da malesseri di "origine sconosciuta" come la perdita dell'udito, problemi cognitivi e di vista e nausea.

I rapporti sono entrati in crisi dopo una serie di strani episodi che hanno coinvolto il personale americano: diversi funzionari dell'ambasciata infatti hanno avuto problemi all'udito e all'equilibrio, che in alcuni casi si sono trasformati in danni permanenti. La portavoce del dipartimento di Stato, Heather Nauert, ha definito la conversazione tra i due "franca".

Il governo di Cuba ha negato ogni coinvolgimento e sta conducendo un'indagine, ma ha fatto sapere che finora non è stato in grado di risalire alle cause. Rodriguez, dal canto suo, aveva indicato che "sarebbe stato deplorevole politicizzare una questione di questa natura e prendere decisioni affrettate senza sostegno di prove e risultati investigativi conclusivi".

Share