Ancora fiamme in Abruzzo: brucia la Pineta Dannunziana a Pescara

Share

Nella tarda serata di ieri, intorno alle 22:30, si è sviluppato un grave incendio all'interno dei comparti 3 e 4 della pineta Dannunziana a Pescara. Stavolta, però, ad essere interessata non è la zona del Monte Morrone, in Valle Peligna, devastato dalle fiamme nelle scorse settimane, ma bensì la Pineta Dannunziana, splendida area verde situata nella zona sud della città di Pescara, a poche centinaia di metri dallo Stadio Adriatico, dall'Università e immediatamente adiacente ad alcune abitazioni. L'incendio al momento è sotto controllo. In corso le operazioni di bonifica. Sul posto al lavoro squadre dei vigili del fuoco, con agenti della Squadra Volante e della Polizia Municipale. Gli alberi toccati dalle fiamme sono una decina, quattro o cinque di grandi dimensioni. Il forte vento della sera ha favorito le fiamme che si sono propagate verso l'interno della Riserva. È stato dislocato un cordone della Protezione Civile a difesa della pubblica incolumità e per tutelare il polmone verde della città. Poi polizia e polizia municipale si sono occupate di chiudere al traffico viale della Pineta, dalla rotatoria dell'Aurum a via Pantini, con anche questa strada non transitabile e dalla quale sono state fatte rimuovere le auto in sosta.

Notizie Politica: Regionali, Micari incontra Renzi a Taormina
Un'occasione propizia il mini-tour per la Sicilia di Renzi , che consentirà di dare visibilità a Micari. Su Micari, per esempio: "Micari non è il candidato che ho scelto io o che è stato scelto da Roma.

La Riserva naturale di pineta Dannunziana è conosciuta anche come la Pineta Dannunziana. "L'attivazione delle prese d'acqua del sistema di spegnimento fisso è stata immediata", ha commentato l'assessore. Nell'intento di proteggere l'ultima grande pineta nel territorio pescarese, la Regione Abruzzo, ha istituito l'attuale riserva naturale che si estende per una superficie di 53 ettari circa; di questi solo 35 ettari restano dell'antica selva. A confermarlo, come riporta Pescarapost.it, è stato il vicesindaco Antonio Blasioli che ha spiegato come l'incendio sarebbe stato appiccato in due differenti punti.

Share