Bari, tentato stupro sotto casa

Share

Rapinata e molestata sotto la minaccia di un coltello, in pieno giorno, sotto casa. Tutto si è svolto nel giro di pochi attimi: un uomo vestito di nero e con indosso delle scarpe rosse, approfittando del portone lasciato aperto da qualcuno, si è introdotto nello stabile, attendendo poi l'arrivo della donna appostato nel vano scale.

L'abitazione della donna è al quartiere Picone.

La violenza, a quanto pare, sarebbe avvenuta all'interno del portone di casa, mentre stava uscendo. Ha bloccato la donna e minacciandola, prima le ha rubato il portafogli e poi, sotto la minaccia di un coltello, l'avrebbe costretta a toccargli i genitali.

Bari, 31enne rapinata e violentata dietro il portone di casa La donna, avvcatessa, ha detto che il responsabile era vestito di nero, con le scarpe rosse

Un'avvocata di 31 anni di Bari ha riferito ai medici del Policlinico di Bari - dove è arrivata ieri nella tarda mattinata - di essere stata sequestrata, minacciata e costretta a rapporti sessuali da un uomo.

Subito dopo la vittima ha raggiunto il Policlinico accompagnata dal marito. Un rumore improvviso ha spaventato l'aggressore che si è dato alla fuga. Qui è stata visitata e ascoltata dai medici e dal personale del posto fisso di polizia.

Un nuovo episodio di violenza a Bari che farà molto discutere. Sono scattate immediatamente le indagini, ma per il momento non c'è stato alcun fermo.

Anticipo pensionistico, arriva la firma del decreto
In questo modo le donne che potrebbero accedere all'Ape social quest'anno passerebbero da 11 mila a 15 mila. Dopo 20 anni dal pensionamento si completa la restituzione e la pensione torna al livello normale.

Share