Bergamo, gli sparano dopo una lite in casa: muore un 22enne indiano

Share

I carabinieri di Bergamo indagano per ricostruire la dinamica dei fatti.

Alle 4 di mattina di martedì 12 settembre a Leno in provincia di Brescia i militari della compagnia di Treviglio hanno fermato due cittadini di nazionalità indiana indiziati dell'omicidio di un connazionale di 22 anni avvenuto a Palosco.

Aeroporto Francoforte: polizia, "non volontà criminale"
In seguito all'attacco i vigili del fuoco in servizio sono immediatamente intervenuti, così come il personale sanitario che ha prestato soccorso alle vittime, che lamentavano irritazione agli occhi e alle vie respiratorie.

Si sarebbe trattato di un blitz punitivo, di una resa dei conti fra bande rivali per questioni economiche (un debito di qualche migliaia di euro che si protrarebbe da un anno) e forse una vendetta per qualche screzio passato (c'è chi parla di un'automobile bruciata, ma la circostanza non è stata verificata). Un 28enne è stato denunciato per favoreggiamento: secondo i primi riscontri dei militari, coordinati dal pm Emanuele Marchisio, li stava aiutando nell'organizzare la fuga all'estero. Il giovane è rimasto gravemente ferito da un colpo di arma da fuoco, colpito da un proiettile alla spalla. I due sono stati circondati e bloccati in strada. Ricoverato in ospedale in condizioni disperate, è morto nella notte al Giovanni XXIII di Bergamo.

Share