Fca: Marchionne sgonfia la bolla delle speculazioni

Share

Il gruppo Fca guarda allo scorporo di attività che non appartengono a un produttore di auto, come ad esempio la componentistica, non ha alcuna offerta sul tavolo e non sta lavorando a una grande operazione, mentre non sono ancora maturi i tempi di uno scorporo di Alfa Romeo e Maserati.

Il manager ha parlato a margine del Gran premio di Formula 1 a Monza e ha confermato l'intenzione di scorporare gli asset della componentistica.

Oggi il titolo titolo di Fca è arrivato a perdere oltre l'1,5% allontanandosi dai massimi storici di 13,5 euro raggiunti il primo settembre scorso nel pieno dell'onda lunga delle indiscrezioni giunte da più parti sul futuro del gruppo tra operazioni di M&A, scorpori, vendite e quant'altro. "Se c'è un'opzione che si avvererà in futuro, di sicuro dopo che me ne vado io, quindi calmiamoci, non succederà fino a quando c'è Marchionne". "Non lo so - dice - non faccio pronostici per i prossimi due anni: la cosa importante per noi è confermare l'impegno per il piano per il 2018, abbiamo annunciato che presenteremo anche un piano per il 2022".

Salvini:per ora no listone unico con FI
Il leader della Lega è quindi tornato sull'argomento della libertà di scelta: "Io ho due figli e li ho vaccinati, ma sono per la libertà di scelta".

Intanto, ad agosto Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un incremento delle vendite: le immatricolazioni, pari a 24mila unità circa, sono aumentate del 15,6% rispetto allo stesso mese di un anno fa. "Le case automobilistiche si adatteranno anche a quella realtà là, non ci prendete per morti, saremo qua a vendere vetture a clienti che saranno molto contenti, non mi preoccupo". Di fatto, sia Maserati che Alfa Romeo sono entità ancora molto immature e ci vorrà del tempo prima di poter rendere possibile e fattibile lo scenario di un possibile spin-off. Vari analisti stimano il potenziale del titolo fra i 14 di Morgan Stanley e e i 20 euro di Goldman Sachs ma al di là dei numeri un po' tutti scommettono sulla capacità di Marchionne di estrarre ancora valore grazie nuovi spin-off dopo quelli di Cnh Industrial, Ferrari e delle attività editoriali.

L'agenzia di rating Standard & Poor's ha affermato di aver migliorato l'outlook per Fca, portandolo a "positivo" dal precedente giudizio di "stabile".

Share