Il Papa in Colombia: primo incontro con Santos

Share

Lo ha detto Papa Francesco ai giornalisti al seguito nel suo saluto durante il volo verso la Colombia. Si tratta del ventesimo viaggio all'estero del Papa argentino dall'inizio del suo pontificato e il quinto nell'America Latina. Bergoglio è il terzo Papa a recarsi nel Paese sudamericano dopo Paolo VI nel 1968 e Giovanni Paolo II nel 1986.

Trump: contro Corea del Nord anche armi nucleari. Putin: evitare il caos
A partire dal 6 settembre e per quattro giorni si terranno altre esercitazioni nelle acque meridionali della Corea del Sud . Lo ha detto il segretario alla Difesa, James Mattis. "La Corea del Nord è uno stato-canaglia e capisce una cosa sola".

Motto del viaggio è "Facciamo il primo passo", perché ha spiegato il Papa "Fare il primo passo ci incoraggia ad uscire per andare incontro all'altro, a tendere la mano e a scambiarci il segno della pace". Allo scalo della capitale colombiana è previsto l'unico momento della giornata: una semplice cerimonia di benvenuto, senza discorsi ufficiali, in cui Francesco sarà accolto dal presidente della Repubblica Juan Manuel Santos Calderon, Premio Nobel per la Pace nel 2016, autore dello storico accordo con l'ex guerriglia delle Farc, accompagnato dalla consorte. La Colombia attraversa una fase di forte evoluzione, anche economica, essendo entrata nell'orbita Usa come cuscinetto del vicino Venezuela nell'area. Proprio la ricomposizione di questa spaccatura del Paese è uno degli obiettivi di questo viaggio papale. Non a caso il viaggio di Francesco sarà segnato da tre temi, che saranno trattati in ogni città che visiterà il santo Padre: quello dedicato agli artigiani di pace e promotori della vita, che sarà affrontato a Bogotà; quello della riconciliazione con Dio e la natura a Villavicencio; quello della dignità della persona e diritti umani Cartagena.

Share